Mafia, morto in carcere Calogerino Giambrone: forse stroncato da aneurisma

Redazione

Apertura

Mafia, morto in carcere Calogerino Giambrone: forse stroncato da aneurisma

di Redazione
Pubblicato il Nov 19, 2018
Mafia, morto in carcere Calogerino Giambrone: forse stroncato da aneurisma

E’ morto stanotte, forse stroncato da un aneurisma, Calogerino Giambrone, 56 anni, nativo di Alessandria ma residente a Cammarata, imputato nel processo “Montagna” scaturito dall’omonimo blitz antimafia che decapitò i vertici della mafia agrigentina compreso il mandamento, appunto della “Montagna” di cui – sostengono i pm della Direzione distrettuale antimafia di Palermo – l’uomo faceva parte a pieno titolo.

L’uomo si è sentito male in carcere – complesso di Rebibbia – e la frenetica corsa verso l’ospedale non è servita a nulla. Giambrone è morto durante il tragitto.

 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04