Camastra, non violò sorveglianza speciale: assolto Angelo Prato 

Redazione

Giudiziaria

Camastra, non violò sorveglianza speciale: assolto Angelo Prato 

di Redazione
Pubblicato il Gen 18, 2019
Camastra, non violò sorveglianza speciale: assolto Angelo Prato 

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento Gianfranca Claudia Infantino ha assolto – perché il fatto non sussiste – Angelo Prato, 39 anni di Camastra, accusato di aver violato le prescrizione impostegli dalla misura di sorveglianza speciale.

Prato, arrestato e condannato per detenzione di armi clandestine nell’ambito dell’operazione antimafia Vultur, era stato citato direttamente in giudizio in seguito ad una denuncia dei carabinieri di Camastra.

Secondo l’impianto accusatorio del pubblico ministero, che aveva chiesto la condanna a 8 mesi di reclusione, Prato sarebbe stato a contatto con alcuni pregiudicati violando apertamente la sorveglianza speciale.

Prato, difeso dall’avvocato Daniele Re, è stato assolto ieri mattina.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04