Giudiziaria

Droga a Licata, 4 rinvii a giudizio nell’inchiesta Hybris 

L’operazione della Squadra mobile di Agrigento che ha fatto luce su un vasto traffico di droga che aveva base nel quartiere Bronx di Licata

Pubblicato 3 mesi fa

Il gup del tribunale di Palermo Stefania Brambille ha disposto il rinvio a giudizio di quattro imputati coinvolti nella maxi inchiesta Hybris, l’operazione della Squadra mobile di Agrigento che ha fatto luce su un vasto traffico di droga che aveva base nel quartiere Bronx di Licata. A processo finiscono: Francesco Cavaleri, 43 anni di Licata; Fabio Della Rossa, 38 anni di Cercola; Antonietta Casaccio, 41 anni di Licata; Fabrizio Truisi, 39 anni di Licata. Tutti compariranno per la prima udienza del processo, davanti i giudici della prima sezione penale del tribunale di Agrigento presieduta da Alfonso Malato, il prossimo 8 febbraio. 

Rito abbreviato, invece, per: Michele Cavaleri, 45 anni di Licata; Lillo Serravalle, 51 anni di Licata; Angelo Sorriso, 46 anni di Licata; Concetta Maddalena Marino, 48 anni di Licata; Ferdinando Roberto Serravalle, 26 anni di Licata. Per loro il processo proseguirà il prossimo 2 febbraio con la requisitoria del pubblico ministero mentre il 28 febbraio sarà la volta delle arringhe degli avvocati della difesa. L’indagine, che lo scorso febbraio culminò in 25 arresti eseguiti dalla Squadra mobile di Agrigento, ipotizza un’associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. La base operativa della banda era il quartiere Bronx di Licata, un vero e proprio fortino della droga controllato da vedette e telecamere di sorveglianza.

Nel collegio difensivo gli avvocati Giuseppe Vinciguerra, Giovanni Castronovo, Francesco Di Giovanna, Santo Lucia, Walter De Agostino, Annalisa Lentini, Riccardo Pantino, Debora Speciale, Dario Romano, Antonio Montana, Maria Antonia Giordano, Giovanni Salvaggio, Gabriele Celesti, Flavio Sinatra, Giuseppe Smecca, Riccardo Bellotta, Gaspare Cardella, Alberto Caffarello, Gaspare Lombardo, Davide Limoncello, Salvatore Pace. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *