Giudiziaria

Favara, 42enne condannato per violenza sessuale sull’amica sedicenne della figlia 

Il 42enne avrebbe tentato un approccio sessuale con l'amica minorenne della figlia in un ristorante a Villaggio Mosè

Pubblicato 2 mesi fa

Quattro anni e due mesi per violenza sessuale sull’amica sedicenne della figlia e per aver preso a schiaffi e calci quest’ultima e la compagna. Lo ha disposto il giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Agrigento, Micaela Raimondo, che ha condannato A.L., 42 anni, di Favara, per i reati di lesioni aggravate e violenza sessuale. Il pm Gaspare Bentivegna, a margine della requisitoria, aveva chiesto la condanna a otto anni e sei mesi di reclusione. 

Due gli episodi, che sarebbero avvenuti la stessa sera, al centro del processo: il primo in auto quando, secondo l’ipotesi accusatoria, il 42enne avrebbe afferrato per il collo l’amica della figlia tentando di baciarla e palpeggiarla. Il secondo, poco più tardi, in un ristorante nel quartiere di Villaggio Mosè. In questa occasione l’uomo, che avrebbe anche avanzato proposte a pagamento, si sarebbe chiuso all’interno di uno sgabuzzino adiacente all’ingresso principale del ristorante tentando un secondo approccio sessuale con la ragazza. 

Provvidenziale, secondo l’ipotesi accusatoria, l’intervento di un cameriere che – accortosi della scena – avrebbe invitato l’uomo a rientrare nel locale. Al 42enne veniva anche contestato il reato di lesioni aggravate ai danni della moglie e della figlia di quest’ultima. La prima, giunta nel frattempo sul posto dopo essere stata avvertita, sarebbe stata aggredita con calci e pugni mentre la più giovane presa a schiaffi.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *