Connect with us
Giudiziaria

Sotto processo per un maxi sbarco a Lampedusa, scarcerati due egiziani

I due giovani egiziani si trovavano nel carcere di Sciacca da un anno e 4 mesi.

Pubblicato 4 settimane fa


Hanno lasciato il carcere di Sciacca due giovane egiziani sotto processo al Tribunale di Agrigento per un maxi sbarco, nel 2021, a Lampedusa, con l’arrivo di oltre 500 tra subsahariani, egiziani e marocchini, arrivati nell’isola

La seconda sezione del collegio penale di Agrigento, presieduta dal giudice Wilma Mazzara, ha accolto l’istanza dell’avvocato Enrico Di Benedetto, nonostante il parere contrario del pubblico ministero, e disposto la scarcerazione di due imputati, Eid Fathi, di 22 anni, e Hani Rahil, di 29, entrambi egiziani, che si trovavano nel carcere di Sciacca da un anno e 4 mesi.

Il provvedimento di scarcerazione scaturisce da un un importante accadimento processuale. Su impulso della difesa il collegio ha rigettato la richiesta di acquisizione da parte della Procura della Repubblica di Agrigento delle sommarie informazioni testimoniali rese dagli accusatori degli imputati nel corso delle indagini. I testimoni si erano resi irreperibili già al momento dell’incidente probatorio. Per questo motivo la difesa ha ritenuto impossibile procedere all’acquisizione delle dichiarazioni accusatorie precedentemente rese ritenendole inutilizzabili stante la volontà degli stessi testimoni di sottrarsi all’esame dibattimentale. Il collegio ha accolto l’eccezione e poi scarcerato i due imputati.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19:04
20:01 - Grotte, installato il primo eco-compattatore “Mangiaplastica” +++17:54 - Akragas fermata in casa dal Casteldaccia +++16:49 - Castronovo e Farulla (Circolo PD Palma): “Con Bonaccini per il rilancio di un partito  popolare e aperto” +++16:16 - Messina Denaro, una donna: “L’ho frequentato, non sapevo fosse lui” +++15:24 - Le associazioni “Motorlife” e “L’angelo Federico onlus” nei corridoi dell’Ospedale San Marco +++15:03 - Minaccia con coltello la moglie, arrestato +++12:41 - Calcio a 5, vittoria per il Città di Canicattì contro il Pedara +++11:28 - Caso Suv, la Corte dei Conti cita due dirigenti del Comune: “Soldi sperperati” +++10:57 - Sambuca di Sicilia, rubate due moto da cross: indagini in corso +++10:32 - Alla Valle dei Templi tre alberi intitolati a Moncada, Fasulo e Fofò Purtuso +++
20:01 - Grotte, installato il primo eco-compattatore “Mangiaplastica” +++17:54 - Akragas fermata in casa dal Casteldaccia +++16:49 - Castronovo e Farulla (Circolo PD Palma): “Con Bonaccini per il rilancio di un partito  popolare e aperto” +++16:16 - Messina Denaro, una donna: “L’ho frequentato, non sapevo fosse lui” +++15:24 - Le associazioni “Motorlife” e “L’angelo Federico onlus” nei corridoi dell’Ospedale San Marco +++15:03 - Minaccia con coltello la moglie, arrestato +++12:41 - Calcio a 5, vittoria per il Città di Canicattì contro il Pedara +++11:28 - Caso Suv, la Corte dei Conti cita due dirigenti del Comune: “Soldi sperperati” +++10:57 - Sambuca di Sicilia, rubate due moto da cross: indagini in corso +++10:32 - Alla Valle dei Templi tre alberi intitolati a Moncada, Fasulo e Fofò Purtuso +++