Lampedusa

Salvarono migranti dopo naufragio, elogio per 15 pompieri

"Per la grande professionalità, determinazione e spirito di abnegazione dimostrati"

Pubblicato 3 settimane fa

Hanno salvato 34 migranti che, dopo il naufragio, erano finiti e rimasti prigionieri sugli scogli di Capo Ponente a Lampedusa. Adesso, il ministero dell’Interno, con firma del capo del corpo nazionale dei vigili del fuoco Carlo D’Alloppio, “per la grande professionalità, determinazione e spirito di abnegazione dimostrati” ha tributato un elogio ai 15 pompieri che si sono mobilitati il 5 e 6 agosto dello scorso anno. Si tratta dei vigili del fuoco di Lampedusa e del nucleo elicotteri di Catania: Alberto Borgia, Rosario Spada, Nicol Cannella, Lorenzo Paolo Capraro, Pasqualino Palmisano, Alfredo Rescica, Giambattista Balistreri, Gaspare Amodeo, Antonio Di Malta, i piloti Daniele Ambiamonte e Giancarlo Licitra, gli specialisti Massimo Parisi e Davide Castorina, gli elisoccorritori Giovanni Quartaro e Giuseppe Cottone. La proposta della benemerenza in favore del personale che ha preso parte all’intervento di salvataggio era stata fatta dal comandante provinciale dei pompieri di Agrigento.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *