Licata, inchiesta “Halycon”: mafiosi e massoni volevano creare un partito politico

Redazione

Apertura

Licata, inchiesta “Halycon”: mafiosi e massoni volevano creare un partito politico

di Redazione
Pubblicato il Ago 24, 2019
Licata, inchiesta “Halycon”: mafiosi e massoni volevano creare un partito politico

Un partito politico per comandare “a Licata a Palermo e in Sicilia”..

Era il progetto di massoni e mafiosi svelato dai carabinieri del Ros di Palermo che hanno indagato a lungo sulle dinamiche criminali di Licata e che hanno originato tre distinte operazioni  (Assedio, Halycon e Sombrero) e portato in carcere una quindicina di persone.

La vicenda – come pubblica oggi il quotidiano La Sicilia – ha avuto per protagonista “Giovanni Mugnos, ufficialmente imprenditore agricolo, in realtà “uomo-ombra” del professore di Cosa nostra licatese e regionale, Giovanni Lauria nonché interfaccia, per conto del boss, di Lucio Lutri, maestro venerabile di loggia massonica”.

L’uomo, attualmente detenuto, sottoposto per un lungo periodo ad intercettazione, ha rivelato come la cosca licatese volesse create un partito politico per gestire al meglio ulteriore potere. Mugnos, senza mezzi termini, afferma perentorio: Lo Stato siamo noi”.

La Sicilia pubblica oggi anche i nomi di tutti gli indagati.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04