Mafia, 28 anni fa l’omicidio del sovrintendente Di Lorenzo a Porto Empedocle

Redazione

Mafia, 28 anni fa l’omicidio del sovrintendente Di Lorenzo a Porto Empedocle
| Pubblicato il martedì 13 Ottobre 2020

Mafia, 28 anni fa l’omicidio del sovrintendente Di Lorenzo a Porto Empedocle

di Redazione
Pubblicato il Ott 13, 2020

Ucciso per dare un segnale contro il regime di carcere duro nei confronti dei mafiosi. Ventotto anni fa l’omicidio del sovrintendente Pasquale Di Lorenzo, campano d’origine ma empedoclino d’azione, avvenuto nelle campagne di Burrueli. Di Lorenzo, sovrintendente presso il carcere San Vito di Agrigento, venne ucciso nell’ambito di una scellerata strategia di terrore ideata da Cosa Nostra in risposta al regime del 41bis. Un agente penitenziario doveva morire in ogni istituto della Sicilia. A risolvere il caso fu il collaboratore di giustizia Alfonso Falzone che si accusò dell’omicidio, al quale partecipò anche Gerlandino Messina. Nel 2018 il carcere Petrusa di Agrigento porta il nome del sovrintendente Pasquale Di Lorenzo.

di Redazione
Pubblicato il Ott 13, 2020


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings