Mafia

“Nessun imbarazzo”, ex pm Ingroia assume difesa architetto prestanome Messina Denaro 

L'ex pm antimafia è stato nominato difensore dell'architetto prestanome del boss Messina Denaro

Pubblicato 2 settimane fa

“Imbarazzo? No. Se gli elementi di prova mi dovessero convincere che ci sono responsabilità da parte dell’architetto Massimo Gentile qualche problema me lo farei. Ma dalle prime notizie che mi hanno fornito i familiari con cui ho parlato, lui è in grado di spiegare la sua posizione”. Così l’avvocato Antonio Ingroia risponde all’ANSA alla domanda se non prova qualche imbarazzo, come ex magistrato che in passato è stato in prima linea nella lotta alla mafia a Palermo, a difendere Massimo Gentile, l’architetto arrestato con l’accusa di associazione mafiosa per aver prestato l’identità al boss Matteo Messina Denaro. “Ho accettato la nomina con riserva. In questo momento sono all’estero – aggiunge Ingroia – Domani all’interrogatorio di Gentile andrà il co-difensore”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *