Operazione “Cupola 2.0”, col. Di Stasio: “decapitati alcuni mandamenti”

Redazione

Apertura

Operazione “Cupola 2.0”, col. Di Stasio: “decapitati alcuni mandamenti”

di Redazione
Pubblicato il Dic 4, 2018
Operazione “Cupola 2.0”, col. Di Stasio: “decapitati alcuni mandamenti”

”Sono trascorsi 10 anni da quando il 16 dicembre 2008 i Carabinieri di Palermo, con l’operazione Perseo, hanno documentato il tentativo di ricostituire la commissione provinciale. Oggi, 4 dicembre 2018, con l’operazione Cupola 2.0, lo Stato è stato documentato e cristallizzato la ricostituzione della “nuova” commissione provinciale di Palermo di cosa nostra ottenendo un brillante risultato operativo, frutto di un impegno senza pari, di un altissimo senso del dovere e di una straordinaria professionalità”.

Il col. Di Stasio

Lo dice il comandante provinciale dei carabinieri di Palermo Antonio Di Stasio.

“La nuova cupolaoltre a ristabilire e riscrivere le vecchie regole di mafia, riportandole persino in una carta scritta – aveva nominato il nuovo capo provinciale e individuato portavoce, delegati e rappresentanti ufficiali dei capi mandamento – aggiunge Di Stasio – Con l’operazione odierna è stata disarticolata la nuova cupola, decapitando i mandamenti mafiosi di Pagliarelli, Porta Nuova, Villabate e Belmonte Mezzagno e assicurando alla giustizia 4 capi mandamento, 10 tra capi famiglia, capi decina e consiglieri, nonchè 30 uomini d’onore (cui si aggiungono ulteriori 2 per reati fine)”.

Operazione “Cupola 2.0”, col. Di Stasio: “decapitati alcuni mandamenti”


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04