Un ritorno al passato nella mafia canadese: un altro Rizzuto boss di Montreal?

Redazione

Apertura

Un ritorno al passato nella mafia canadese: un altro Rizzuto boss di Montreal?

di Redazione
Pubblicato il Gen 21, 2020
Un ritorno al passato nella mafia canadese: un altro Rizzuto boss di Montreal?

Un ritorno al passato. Ne sono convinti a Montreal, in Canada, dove negli ultimi sei anni si contano circa trenta esecuzioni mafiose dopo la morte (per malattia) del boss Vito Rizzuto e della guerra scatenata contro la famiglia originaria di Cattolica Eraclea che per tre decenni ha controllato indisturbatamente rotte del narcotraffico e dinamiche criminali nel Nord America (e non solo). Due di questa trenta omicidi – entrambi avvenuti nel 2019 – avrebbero mischiato decisamente le carte in tavola segnando un ritorno al passato che di cognome fa (appunto) Rizzuto


Leonardo Rizzuto, figlio del boss Vito e fratello di Nick jr. (ucciso platealmente nel 2009 e seppellito in una bara d’oro), sarebbe il nuovo padrino della mafia di Montreal. In realtà una diarchia dato che, secondo gli inquirenti canadesi, a comandare insieme al “rampollo” della famiglia Rizzuto ci sarebbe anche Stefano Sollecito. A decretare quello che sarebbe un ritorno della “sesta famiglia” gli omicidi eclatanti dei fratelli Salvatore e Andrea Scoppa. Salvatore, che era riuscito a scampare ad un attentato nel 2017, fu ucciso nella hall di un hotel nel quartiere di Laval. Appena quattro giorni prima era stato incriminato per due omicidi “eccellenti” avvenuti nel 2016: quello di Lorenzo Giordano e Rocco Sollecito, quest’ultimo padre di Stefano nonché braccio destro di Nicolò prima e Vito Rizzuto poi. Anche qui un ritorno al passato.


Cinque mesi più tardi è la volta di Andrea “Andrew” Scoppa, fratello maggiore di Salvatore con cui aveva un rapporto di amore e odio. Andrea Scoppa era indubbiamente un pezzo da novanta della mafia canadese. Un tempo vicino a don Vito RizzutoScoppa fu uno dei “rivoluzionari” che dichiarò guerra al boss. Al momento del suo omicidio era considerato il leader della criminalità organizzata a Montreal. E adesso? 

A distanza di quasi sette anni dalla morte di Vito Rizzuto (per cause naturali) sembra delinearsi (ancora una volta) un ritorno al passato. Il figlio Leonardo, uscito indenne da un’inchiesta per mafia e un’altra per droga e armi, sarebbe il nuovo “manager” degli affari criminali canadesi. 

Tra gli omicidi dei fratelli Scoppa (uno avvenuto a Maggio, l’altro ad Ottobre) si registra proprio la presenza di Leonardo Rizzuto, insieme alla sorella Libertina e al cognato Benny Sciortino, a Cattolica Eraclea. Una vacanza di pochi giorni trascorsa alloggiando nello stesso paese da cui il nonno – nel 1954 – emigrò per raggiungere il Canada. Prima della partenza una sosta nel lussuoso Resort Verdura di Sciacca



Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings