Politica

Europee, crollo del Movimento Cinque Stelle in Sicilia: dal 31% al 16%

Nell'isola il Movimento si ferma al 16,05% - quasi la metà del risultato ottenuto alle scorse elezioni

Pubblicato 2 settimane fa

La Sicilia tradisce il suo ‘papà’ Giuseppe Conte. La scelta di chiudere la campagna elettorale per le Europee a Palermo, non è bastata al M5S per replicare lo straordinario successo del 2019 quando i siciliani avevano incoronato il Movimento primo partito con il 31,18% delle preferenze. Nell’isola il Movimento si ferma al 16,05% – quasi la metà del risultato ottenuto alle scorse elezioni – e deve lasciare il passo a FdI (20,19%) e Forza Italia (23,73%). Alle spalle il Pd che si deve accontentare di un 14,35%. Il Sud rimane comunque la parte del Paese che più premia il M5S, in un risultato nazionale che si ferma al 9,98%: nell’Italia meridionale il Movimento ottiene 16,84% delle preferenze e nell’Italia insulare il 16,24%.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *