Agrigento, processo truffa sui farmaci: “sfilata” di pazienti in aula

Giuseppe Castaldo

Agrigento, processo truffa sui farmaci: “sfilata” di pazienti in aula
| Pubblicato il giovedì 15 Febbraio 2018

Agrigento, processo truffa sui farmaci: “sfilata” di pazienti in aula

Pubblicato il Feb 15, 2018

E’ ripreso oggi – davanti al collegio di giudici presieduto dal dott. Genna, con a latere d.ssa Croce e dott.Ricotta – il processo che vede coinvolte dieci persone, tra medici, farmacisti e collaboratori – accusate a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata a truffa, falso, ricettazione ed esercizio abusivo della professione. 

Figura centrale del procedimento in corso è sicuramente il farmacista Mario Terrana, titolare di una farmacia a due parafarmacie, che secondo l’accusa – rappresentata dal sostituto procuratore della Repubblica Simona Faga – avrebbe usato per vendere abusivamente farmaci privi di fustelle. Un’udienza, quella di oggi, in cui sono stati protagonisti più di una dozzina di pazienti a cui sono state prescritte – dai medici chiamati oggi a processo – diverse ricette. Fra loro molti hanno confermato di non aver mai acquistato farmaci presso la farmacia del dott. Terrana. Prima dell’escussione dei pazienti è stata la volta della ricostruzione di alcuni passaggi dell’indagine da parte di un luogotenente dei Nas di Palermo, reparto che ha condotto l’attività: “Abbiamo effettuato diversi servizi di appostamento e il dato che ci ha incuriositi era che ogni venerdì il dottore Terrana si incontrava con una persona – poi identificata in Salvatore Cani – con cui avveniva uno scambio di farmaci contenuti in buste di plastica.

Il militare del Nas ricostruisce anche la perquisizione avvenuta a carico di Salvatore Cani in cui furono sequestrati medicinali e soldi: “Il 15 febbraio 2013 seguivamo Terrana in via Imera e abbiamo documentato uno scambio di medicinali e un foglio di carta; siamo intervenuti e abbiamo bloccato quanto stavamo vedendo. Effettuiamo una perquisizione personale a Cani, a cui troviamo sei banconote da 100 euro e diciotto da 50 euro, e la estendiamo anche al domicilio dove rinveniamo alcuni scatoloni di medicinali – di cui il 70% scaduti ed il 30% ancora validi – nel garage.”

Il processo – che vede già alcune date in calendario – riprenderà l’8 marzo, data in cui verranno sentiti gli ultimi due testi nella lista del PM nonché le parti offese. Le difese sono rappresentate, fra gli altri, dagli avvocati Miceli, Caponnetto, Giarratana, Scozzari e Sutera; le parti civili dall’avv. Farruggia.

Pubblicato il Feb 15, 2018


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl