Mafia, ex governatore Lombardo assolto: “Vince verità”

Redazione

| Pubblicato il venerdì 07 Gennaio 2022

Mafia, ex governatore Lombardo assolto: “Vince verità”

Le reazioni della politica
di Redazione
Pubblicato il Gen 7, 2022

Più di un decennio sotto inchiesta, una condanna, una parziale assoluzione, un annullamento con rinvio e una sentenza di assoluzione da tutti i reati contestati, anche se con formule diverse. E’ la storia giudiziaria dell’ex presidente della Regione Siciliana ed ex leader del Mpa, Raffaele Lombardo, che oggi ha fatto registrare un’altra tappa: l’assoluzione dall’accusa di concorso esterno all’associazione mafiosa, per mancanza di prove, e dalla corruzione elettorale aggravata dall’avere favorito il clan Cappello, per non avere commesso il fatto. La sentenza e’ stata emessa dalla Corte d’appello di Catania dopo un annullamento con rinvio della Cassazione della precedente sentenza e la riapertura dell’istruttoria dibattimentale.

La Procura generale, nel processo celebrato col rito abbreviato, aveva chiesto la sua condanna a sette anni e quattro mesi di reclusione. Secondo l’accusa, assieme al fratello Angelo, avrebbe agevolato “direttamente e indirettamente” Cosa nostra, “pur non appartenendovi”, in cambio di voti. Il procedimento, infatti, ha anche trattato presunti favori elettorali del clan a lui nelle regionali del 2008, in cui fu eletto governatore, e a suo fratello, per cui si procede separatamente, per le politiche dello stesso anno. Contestazioni che l’ex governatore ha sempre respinto sostenendo di avere “nuociuto alla mafia come mai nessuno prima”, di “non avere incontrato esponenti delle cosche” e di avere “sempre combattuto Cosa nostra”. E oggi parla di “sentenza che fa vincere la verita’ storica dei fatti”. “Ho sempre avuto piena fiducia nel sistema giudiziario e nella magistratura – dice Lombardo – e dopo 12 anni e stata ripagata dalla sentenza di oggi. Ho trovato giudici intelligenti coscienziosi e coraggiosi”.

Ha avuto la notizia dell’assoluzione mentre in chiesa a Catania assisteva al funerale di un “vero amico”: ha avuto un attimo di commozione e poi si è subito ricomposto. “Lombardo – sottolinea l’avvocato Maria Licata che col professore Vincenzo Maiello ha difeso l’ex governatore della Sicilia – è molto contento, felice e sollevato ed ha ragione ad esserlo”.

Il procedimento nasce da indagini dei carabinieri del Ros e torna a Catania dopo che la Cassazione, tre anni fa, ha annullato con rinvio la sentenza emessa il 31 marzo 2017 dalla Corte d’appello che aveva assolto dall’accusa di concorso esterno all’associazione mafiosa l’ex governatore e lo aveva condannato a due anni (pena sospesa) per corruzione elettorale aggravata dal metodo mafioso, ma senza intimidazione e violenza.

Una decisione, quella dei giudici di secondo grado, che aveva riformato la sentenza emessa il 19 febbraio 2014, col rito abbreviato, dal Gup Marina Rizza che lo aveva condannato a sei anni e otto mesi per concorso esterno all’associazione mafiosa.

“Vicinanza per questo verdetto che ristabilisce la verita’, non cancellando pero’ la sua sofferenza”, e’ espressa a Lombardo dal presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone.

Per il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, la decisione del collegio “restituisce serenita’ non soltanto a Lombardo e ai suoi familiari, ma anche all’Istituzione che ha guidato”.

Il presidente dell’Ars, Gianfranco Micciche’, si dice “molto contento per Lombardo e la sua famiglia”.

Il sottosegretario del M5s Giancarlo Cancelleri parla di “assoluzione che chiude una vicenda che ha sicuramente lacerato la politica e le istituzioni siciliane”.

Il segretario della Lega in Sicilia, Nino Minardo, si dice “felice e sollevato per l’assoluzione” che “restituisce dignita’ e giustizia a Lombardo”. Secondo l’associazione Nessuno tocchi Caino la sentenza “e’ la riconquista dello stato di diritto”.

di Redazione
Pubblicato il Gen 7, 2022


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl