Furto da 70 mila euro in casa di anziana, denunciato 20enne

Redazione

Enna

Furto da 70 mila euro in casa di anziana, denunciato 20enne

di Redazione
Pubblicato il Gen 10, 2019
Furto da 70 mila euro in casa di anziana, denunciato 20enne

Nella serata di ieri la Polizia di Stato ha denunciato a piede libero F.G., leonfortese di 20 anni, in quanto ritenuto responsabile del reato di  furto con scasso ai danni di un’abitazione di un’anziana donna di Leonforte.

L’attività di indagine che ha portato alla denuncia del giovane è scaturita da un furto con scasso effettuato a Leonforte nel mese di novembre scorso, nel corso del quale i ladri, dopo aver forzato la porta d’ingresso, riuscivano a introdursi all’interno dell’abitazione, impossessandosi dell’ingente somma in contanti di circa 70.000,00 euro, che l’anziana donna conservava, in banconote di vario taglio, all’interno di un baule.

Gli accertamenti svolti dagli agenti del Commissariato di P.S. di Leonforte hanno permesso di riscontrare gravi indizi di colpevolezza a carico di F.G., tenuto anche conto del fatto che il giovane, negli ultimi mesi, aveva effettuato in paese diverse spese, pagando con banconote di grosso taglio, e destando così sospetto in quanto disoccupato.

Pertanto, nel pomeriggio di ieri, i poliziotti effettuavano una perquisizione domiciliare presso l’abitazione del giovane, rinvenendo un’ingente somma di denaro, pari a circa 17.000,00 euro in contanti, in banconote di diverso taglio ben occultate all’interno di mobili e scatole in diverse stanze dell’abitazione.

Di fronte all’evidenza dei fatti il giovane, in presenza del legale di fiducia, confermava le sue responsabilità in merito agli addebiti contestatigli.

Sono in corso ulteriori accertamenti da parte del personale del Commissariato di P.S. di Leonforte per l’individuazione di eventuali complici di F.G.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04