Favara

Da Favara il grido “No al bullismo”, successo per il progetto “1Nessuno100Giga”

Il campus del progetto si è svolto presso l’I.C. “ Guarino” di Favara, diretto da Gabriella Bruccoleri

Pubblicato 1 mese fa

Straordinario successo per la giornata conclusiva del progetto “ 1 Nessuno 100 Giga,” che si è svolta a Favara sabato 18 maggio; il Campus ha avuto luogo presso l’I.C. “ Guarino” ed ha coinvolto più di trecento dei destinatari dell’azione progettuale, arrivati da tutta la provincia agrigentina, con laboratori creativi integrati ed intergenerazionali condotti da esperti,partner del progetto, testimonial del mondo della cultura, della musica e dello sport: Simonetta Agnello Hornby , Giusi Parolino, Francesco Pira , Marco Savatteri , Amelia Russello, Salvatore Vullo , Angelo Spataro dei Tinturia, rappresentanti della Polizia Postale e altri prestigiosi ospiti , che hannno entusiasmato i partecipanti con azioni didattiche innovative e coinvolgenti, trasformando la scuola in un vero e proprio campus , aperto al confronto tra generazioni , nella sintesi dei linguaggi della mente e del corpo.

All’ingresso la postazione di Radio Favara 101, a raccogliere interviste ed emozioni e a raccontare in diretta lo svolgimento dei laboratori.Il Progetto pilota “1 Nessuno 100 Giga”, finanziato dalla Regione Sicilia e coordinato dall’USR Sicilia,nasce con l’obiettivo di prevenire e contrastare i fenomeni del bullismo e del cyberbullismo, con azioni formative integrate per studenti,genitori e docenti, attraverso un approccio sistemico tra scuole e territorio. Il percorso è stato affidato nelle sue fasi esecutive ai nove CC.TT. SS. della Sicilia; nella provincia di Agrigento le attività poste in essere sono state realizzate con il coordinamento del CTS che ha sede presso l’I.C. “ Guarino” di Favara, diretto da Gabriella Bruccoleri.
Un grande percorso educativo , che si svolgendo in tutta la Sicilia, con forme diverse, ma con linee progettuali comuni, un immenso sforzo organizzativo, per sensibilizzare, cambiare prospettiva, dotare di strumenti , creare legami, per prevenire e contrastare il bullismo”, dichiara la dirigente scolastico Gabriella Bruccoleri, soddisfatta degli esiti di questa giornata memorabile.

In piazza Cavour l’evento finale dalle ore 20. 30 alle ore 23.30 con Leo Gassmann e Shade che hanno interagito generosamente con i ragazzi e il pubblico sui valori del rispetto umano in un contesto aperto e stimolante; a presentare la serata Miriam Di Rosa; Presenti sul palco le massime autorità civili, militari e religiose della città , con la dirigente Gabriella Bruccoleri , ancora una volta insieme per dire no al bullismo.

Il progetto pilota si è avvalso della collaborazione di partner come telefono Azzurro, Associazione Carolina, Associazione MABASTA, del contributo della Polizia Postale , di associazioni locali e del patrocinio del Comune di Favara , con l’intento di veicolare il messaggio sociale a partire dalla valorizzazione del territorio , del patrimonio locale e della comunità tutta.

“Un’esperienza importante che apre tantissimi punti di riflessione sul ruolo degli adulti come elemento fondamentale per combattere il bullismo“, dichiara la giavellottista Giusi Parolino, atleta della ASD Milone Siracusa, che da anni porta i valori dello sport nelle scuole, ha intrattenuto un’attentissima e grenita classe di ragazzi che hanno dimostrato attenzione ed interesse verso gli argomenti trattati, quali il rispetto per se stessi, il rispetto per compagni e amici e soprattutto con parole incisive ha ribadito il concetto che bisogna avere la forza e il coraggio di non lasciare sole le vittime di bullismo; l’atleta dedicato grande attenzione al ruolo della famiglia e della scuola, elementi assolutamente fondamentali per combattere il bullismo. “Nel mio intervento ho voluto sottolineato in vari passaggi anche l’importanza dello sport come crescita personale e “antidoto” contro ogni forma di violenza”;desidero congratualarmi con la straordinaria dirigente scolastico prof. Gabriella Bruccoleri, con l’Istituto comprensivo Gaetano Guarino e con tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita eccellente di questa manifestazione; grazie a tutti per avermi reso partecite ad un’esperienza profonda e di grande valore umano“, ha concluso la Parolino.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *