Giudiziaria

Accusato di incauto acquisto di animali, assolto canicattinese

Il Giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, accogliendo la tesi difensiva dell’Avv. Meli ha assolto l’imputato dal reato di incauto acquisto, dichiarandone la lieve tenuità del fatto. 

Pubblicato 3 mesi fa

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Dott.ssa Ciraulo, ha assolto il   canicattinese B.G.  dal reato di cui all’art. 712 cp, perché, senza averne accertato la provenienza,  acquistava o comunque riceveva a qualsiasi titolo sei caprini non identificati  di ignota provenienza, tre ovini non identificati e  un ovino con lobo endoruminale ma denunciato precedentemente come smarrito.

La procura della Repubblica presso il tribunale di Agrigento, aveva dapprima notificato decreto penale di condanna, condannando l’uomo alla pena di mesi di  arresto,  convertita tuttavia in pena pecuniaria di € 2250,00,

L’avv. MariaTeresa Meli, impugnava tempestivamente il decreto penale di condanna e chiedeva che nei confronti dell’imputato si procedesse con il giudizio immediato.Accolta l’opposizione, si celebrava il processo innanzi alla dtt.ssa Ciraulo.   Nel corso dell’istruttoria dibattimentale, l’avv. Meli dimostrava come gli animali erano tenuti tutti in ottimo stato di conservazione, ben trattati,  forniti di cibo ed acqua.Venivano escussi testimoni che confermavano l’assunto della difesa.

In conclusione, il pm   formulava richiesta di condanna alla pena di mesi uno di reclusione ed al pagamento di € 750,00 di multa.La difesa ne chiedeva l’assoluzione con formula ampiamente liberatoria, ovvero in subordine assoluzione  per lieve tenuità del fatto.Il Giudice monocratico del Tribunale di Agrigento,  accogliendo la tesi difensiva dell’Avv. MariaTeresa Meli ha   assolto l’imputato dal reato di incauto acquisto, dichiarandone la lieve tenuità del fatto. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *