Caso Contrada, Corte di Appello: “No risarcimento per ingiusta detenzione”

Redazione

| Pubblicato il martedì 11 Gennaio 2022

Caso Contrada, Corte di Appello: “No risarcimento per ingiusta detenzione”

Rigettata l'istanza
di Redazione
Pubblicato il Gen 11, 2022

La Corte di Appello di Palermo, sez. III penale, ha rigettato l’istanza di riparazione per ingiusta detenzione formulata dalla difesa dell’ex numero due del Sisde Bruno Contrada per la pena che gli fu inflitta con una sentenza dichiarata poi ineseguibile e improduttiva di effetti penali dalla Cassazione nel 2017.

“Apprendiamo senza stupore il verdetto della Corte a seguito di un procedimento svoltosi in maniera assai poco serena, e alle cui conclusioni mi sono rifiutato di prendere parte”, afferma l’avvocato Stefano Giordano, difensore di Contrada. “Formuleremo tutte le nostre deduzioni in ordine al malgoverno della legge penale e degli strumenti internazionali nel ricorso per Cassazione che verra’ depositato ritualmente nei prossimi giorni. – spiega – Da subito posso dire che l’ordinanza oggi depositata viola per ben due volte il giudicato della Corte Europea, su cui il giudice interno non ha alcun margine di discrezionalita’ per quanto riguarda la sua esecuzione”.

“Ai sensi dell’art. 46 della Cedu, pertanto, il giudice interno si e’ sottratto all’obbligo di esecuzione delle sentenze europee che hanno dichiarato l’illegittimita’ del processo celebrato a carico di Bruno Contrada e la presenza di trattamenti inumani e degradanti nella illegittima detenzione del mio assistito. – prosegue – Insieme al ricorso per Cassazione depositeremo nei giorni a seguire un dossier articolato presso il Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa perche’ per l’ennesima volta, non solo lo Stato Italiano commette delle gravissime violazioni ai danni dei suoi cittadini, ma reitera dette violazioni rifiutandosi di eseguire il giudicato europeo, causando gravi problemi di incompatibilita’ tra la giurisprudenza italiana e la normativa europea. Valuteremo nei prossimi giorni le ulteriori iniziative da intraprendere a seguito di questa ennesima sconfitta della giustizia”.

di Redazione
Pubblicato il Gen 11, 2022


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl