La mafia del Vallone e i rapporti con gli agrigentini: chieste 5 condanne

Redazione

| Pubblicato il mercoledì 22 Giugno 2022

La mafia del Vallone e i rapporti con gli agrigentini: chieste 5 condanne

L'inchiesta dei carabinieri sulla mafia del Vallone e i rapporti di quest'ultima con le cosche di Agrigento
di Redazione
Pubblicato il Giu 22, 2022

La Procura di Caltanissetta ha chiesto cinque condanne per gli imputati coinvolti nel processo scaturito dal blitz antimafia “Gallodoro”. Queste le richieste: 18 anni per Calogero Modica, 78enne di Campofranco; 12 anni per Salvuccio Favata, 48 anni di Mussomeli; 7 anni e 6 mesi per Giuseppe Gioacchino di Carlo, 50enne di Campofranco; 5 anni e 4 mesi per Carmelo Conti, 50 anni di Casteltermini; 4 anni per il 45enne Salvatore Puma, di Agrigento.

L’inchiesta dei carabinieri, sulla mafia del Vallone, e dei rapporti di quest’ultima con le cosche di Agrigento, aveva portato alla luce episodi di estorsione nei confronti di commercianti e imprenditori oltre che lo spaccio di stupefacenti.

A Modica viene contestato il reato di associazione mafiosa ed estorsione, a Favata di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti, mentre Puma, Conti e Di Carlo sono imputati per spaccio di cocaina. I cinque sono difesi dagli avvocati Antonio Impellizzeri, Giuseppe Dacqui’, Davide Schillaci, Walter Tesauro e Giovanni Castronovo.

di Redazione
Pubblicato il Giu 22, 2022


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl