Naro

Il Comitato per l’ordine e la sicurezza si riunisce a Naro dopo il duplice omicidio di Maria e Delia

Il prefetto Romano ha assicurato l'impegno delle Forze di polizia  per il mantenimento dell'ordine pubblico a Naro, evidenziando la necessità di intensificare i controlli da parte delle forze dell'ordine

Pubblicato 4 settimane fa

Il prefetto di Agrigento, Filippo Romano, ha presieduto oggi un Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica (COSP) presso il Comune di Naro.

All’incontro hanno partecipato il sindaco di Naro, Mariagrazia Brandara, i rappresentanti delle forze dell’ordine, tra cui il questore di Agrigento, Tommaso Palumbo, il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Nicola De Tullio, e il comandante provinciale della guardia di finanza, colonnello Edoardo Moro. Nel corso dei lavori, sono state affrontate le tematiche della sicurezza urbana a seguito del duplice omicidio del 5 gennaio in cui hanno perso la vita due cittadine rumene e degli atti intimidatori nei confronti degli amministratori locali.

Il prefetto Romano ha assicurato l’impegno delle Forze di polizia  per il mantenimento dell’ordine pubblico a Naro, evidenziando la necessità di intensificare i controlli da parte delle forze dell’ordine per garantire la tranquillità dei cittadini. In particolare, il prefetto Romano ha invitato le forze dell’ordine a rafforzare la presenza sul territorio, anche attraverso l’impiego di pattuglie a piedi e in auto, e a collaborare con l’amministrazione comunale per prevenire e reprimere i reati.

Il prefetto Romano ha inoltre ribadito la vicinanza al Sindaco in relazione agli episodi intimidatori di cui è stata vittima negli ultimi mesi, assicurando la massima attenzione dello Stato per l’incolunita’ personale del primo cittadino. A margine del COSP, è stato inaugurato il dipinto murale della Sala Consiliare “Morello” del Comune di Naro, realizzato dai ragazzi dell’Accademia di Belle Arti di Firenze diretti dal prof. Calogero Vinciguerra.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *