Connect with us
Ragusa

Giocattoli non sicuri e prodotti contraffatti, maxi sequestro della Guardia di Finanza

Sono stati sottoposti a sequestro, complessivamente, oltre 260.000 articoli ritenuti potenzialmente pericolosi per la salute dei fruitori

Pubblicato 1 mese fa

Esponevano sui loro scaffali articoli potenzialmente pericolosi e, in alcuni casi, contraffatti: migliaia di prodotti che la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Ragusa ha sequestrato nel corso di diversi controlli svolti nell’ambito del dispositivo operativo a contrasto dell’abusivismo commerciale, appositamente potenziato in vista della ricorrenza di Halloween.

A seguito di una preliminare attività info-investigativa, i finanzieri della Compagnia di Modica hanno individuato due esercizi commerciali, ubicati nel Comune di Scicli e gestiti da soggetti di nazionalità cinese, dove sono stati sottoposti a sequestro, complessivamente, oltre 260.000 articoli ritenuti potenzialmente pericolosi per la salute dei fruitori. Inoltre, in uno dei due negozi sono stati rinvenuti oltre 300 giocattoli contraffatti.

I diversi prodotti, tra i quali anche maschere e trucchi di Halloween, potenzialmente pericolosi a causa della scarsa qualità e composizione dei materiali, privi delle indicazioni previste dalle normative vigenti, come il marchio “CE”, le informazioni recanti la provenienza e il paese di origine, le istruzioni d’uso e le relative precauzioni, erano pronti ad entrare nelle case degli ignari acquirenti.

In particolare, i giocattoli recanti marchi contraffatti – destinati a bambini e adolescenti e risultati pericolosi in quanto non a norma riguardo al rischio di dispersione di frammenti o piccoli componenti che, qualora ingeriti, possono causare soffocamento – sono stati sequestrati e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, a cui è stato deferito il commerciante per i reati di “contraffazione”, “ricettazione” e “frode in commercio”.

Invece, tutti i restanti articoli potenzialmente pericolosi rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro amministrativo e il titolare dell’esercizio commerciale è stato segnalato alla Camera di Commercio ai sensi del Codice del Consumo (D.Lgs. 206/2005), rischiando sanzioni fino a 25.000 euro.

In questo quadro e nel critico contesto economico contingente, l’attività portata a termine testimonia la particolare attenzione riposta dalle Fiamme Gialle iblee nel contrasto di questi fenomeni, grazie allo sviluppo di specifici e quotidiani servizi finalizzati al controllo economico del territorio e al monitoraggio delle attività che presentano profili di rischio, a garanzia della sicurezza dei consumatori, del corretto funzionamento del mercato nonché a tutela degli operatori che conducono onestamente le proprie attività commerciali nonostante il periodo di crisi.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

09:49
10:31 - Agrigento, ladri alla scuola media: rubati pc e tablet +++10:02 - Mancata esecuzione della Mobilità Interna Asp 1 Agrigento, la diffida del sindacato FSI USAE +++09:41 - In casa un chilo di hashish, arrestato nel palermitano +++08:54 - Canicattì, fucilata contro un 37enne: è grave +++08:35 - Canicattì, un nuovo stadio nei terreni confiscati alla mafia: l’idea del Comune +++08:13 - Agrigento, scarica pannelli solari senza autorizzazione: multata una ditta +++08:07 - Grotte, rubati venti bidoni di olio da un magazzino: indagini +++07:59 - La sentenza “Xydi” rilancia la lotta a Cosa nostra +++07:58 - Agrigento: rubano soldi, pc e cellulare da negozio: due denunce  +++07:50 - Agrigento, colpi di sedia in centro di accoglienza per usare il bagno: donna in ospedale +++
10:31 - Agrigento, ladri alla scuola media: rubati pc e tablet +++10:02 - Mancata esecuzione della Mobilità Interna Asp 1 Agrigento, la diffida del sindacato FSI USAE +++09:41 - In casa un chilo di hashish, arrestato nel palermitano +++08:54 - Canicattì, fucilata contro un 37enne: è grave +++08:35 - Canicattì, un nuovo stadio nei terreni confiscati alla mafia: l’idea del Comune +++08:13 - Agrigento, scarica pannelli solari senza autorizzazione: multata una ditta +++08:07 - Grotte, rubati venti bidoni di olio da un magazzino: indagini +++07:59 - La sentenza “Xydi” rilancia la lotta a Cosa nostra +++07:58 - Agrigento: rubano soldi, pc e cellulare da negozio: due denunce  +++07:50 - Agrigento, colpi di sedia in centro di accoglienza per usare il bagno: donna in ospedale +++