Furto e caporalato, ridotta condanna in appello per agrigentino

Redazione

| Pubblicato il giovedì 09 Luglio 2020

Furto e caporalato, ridotta condanna in appello per agrigentino

di Redazione
Pubblicato il Lug 9, 2020

La Corte d’Appello di Palermo, riformulando in parte la sentenza di primo grado del Tribunale di Sciacca, ha disposto la condanna ad un anno e otto mesi nei confronti di Ubaldo Schifani, 58 anni di Ribera. Quest’ultimo, condannato in primo grado a tre anni e quattro mesi, era accusato di furto aggravato e intermediazione illecita. Cade in secondo grado, da qui la riduzione della condanna, l’accusa di caporalato. 

La vicenda risale al 2017 quando i carabinieri della Compagnia di Sciacca effettuarono un blitz in una campagna dove Schifani, insieme a Giuseppe Catanzaro (che ha patteggiato la pena), sono stati sorpresi con cinque immigrati irregolari a raccogliere olive in un campo non di loro pertinenza. 

di Redazione
Pubblicato il Lug 9, 2020


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl