Acqua pubblica: una commissione dell’Ars indagherà sulla gestione del servizio idrico

Tonino Fisco

Sicilia

Acqua pubblica: una commissione dell’Ars indagherà sulla gestione del servizio idrico

Pubblicato il Giu 6, 2019
Acqua pubblica: una commissione dell’Ars indagherà sulla gestione del servizio idrico

L’Assemblea regionale siciliana ha approvato un ordine del giorno, presentato dalla deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Elena Pagana, che impegna il presidente a istituire una commissione speciale d’indagine e di studio sulla gestione del servizio idrico integrato in Sicilia. L’ordine del giorno è stato sottoscritto da diversi gruppi parlamentari. “Sono tante le criticità riscontrate – spiega Pagana – nella gestione del servizio idrico, che in Sicilia è affidato a società private: in diversi Ambiti territoriali il servizio risulta inefficiente, tanto da arrecare parecchi disagi alla popolazione e si registrano disparità di trattamento economico tra ambiti territoriali, anche contigui, che si traducono in un eccessivo costo del servizio per una parte di cittadini siciliani. Inoltre – continua la parlamentare del M5S – alcune delle società private che gestivano il servizio idrico sono state oggetto di attenzioni da parte dell’autorità giudiziaria. Ricordiamo che l’acqua è un bene comune pubblico, non può essere assoggettabile a finalità lucrative, è un patrimonio da tutelare ed è una risorsa pubblica limitata ed essenziale per la vita. La commissione, che adesso il presidente dell’Ars dovrà istituire, potrà essere – conclude Pagana – lo strumento adeguato per compiere una ricognizione su tutto il settore, accertare inefficienze e relative cause e, di conseguenza, elaborare delle soluzioni migliorative”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04