Carola Rackete un anno dopo Lampedusa: “Bilancio morti in mare vergognoso”

Redazione

Ultime Notizie

Carola Rackete un anno dopo Lampedusa: “Bilancio morti in mare vergognoso”

di Redazione
Pubblicato il Giu 29, 2020
Carola Rackete un anno dopo Lampedusa: “Bilancio morti in mare vergognoso”

L’Unione europea presenta ancora un “vergognoso bilancio” dei migranti morti nel Mar Mediterraneo. Lo afferma all’agenzia Dpa Carola Rackete, il capitano della nave Sea-Watch 3, che era sbarcata senza autorizzazione a Lampedusa, con 40 migranti a bordo il 29 giugno del 2019, ignorando il divieto dell’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini. Ad un anno di distanza, a suo dire, “non e’ cambiato nulla all’interno della Ue e neanche alle frontiere esterne in materia di migrazione via mare”. “Se c’e’ stato un cambiamento”, ha aggiunto, “si tratta di un deterioramento della situazione durante l’anno”.

Secondo la Dpa Rackete ha accusato “diversi stati europei – tra cui Spagna, Malta, Italia, Paesi Bassi e Germania – che continuano a impedire e a sorvegliare le missioni marittime e aeree”. Per la tedesca le persone continuano ad annegare nel Mar Mediterraneo “perche’ l’Ue vuole che affoghino per spaventare chi intende intraprendere gli attraversamenti”. 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 34513 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings