Agrigento, termina il “Presepe Vivente di Montaperto”, grande successo

Redazione

Agrigento

Agrigento, termina il “Presepe Vivente di Montaperto”, grande successo

di Redazione
Pubblicato il Gen 9, 2017
Agrigento, termina il “Presepe Vivente di Montaperto”, grande successo

Si è conclusa la IX edizione del “Presepe Vivente di Montaperto”. Un’edizione da record questa, e non soltanto per il boom di visitatori, ma anche per i diversi riconoscimenti ricevuti anche dal web. Diversi siti di viaggi hanno, infatti, segnalato il Presepe di Agrigento a Montaperto, come un luogo da visitare assolutamente. Un consiglio seguito dagli oltre 10.000 visitatori che, nei sei giorni di apertura, hanno affollato l’antico borgo nonostante le rigide temperature registratesi e tra i fiocchi di neve. Una chiusura, quella di ieri, che ha visto la partecipazione del pastry Chef Giovanni Mangione e di tanti pasticceri e cake design della provincia, con delle spettacolari torte e prelibatezze dolciarie offerte al pubblico, per non parlare poi dei cori che hanno reso ancora più magico il percorso: il Santa Chiara di Raffadali e il coro polifonico “Pentagramma a colori” diretto da Andrea Montana. Grande soddisfazione dunque per l’ideatore Nino Amato e per il suo affiatatissimo staff, che da mesi si è adoperato per donare alla città un evento che ormai è diventato un appuntamento fisso per gli avventori provenienti da tutte le parti della Sicilia. Nell’ambito di questa nona edizione, come si ricorderà, si è dato spazio alla solidarietà, aprendo gratuitamente le porte del piccolo scorcio di Betlemme, alle associazioni che si occupano di persone con handicap vari. Un motivo di orgoglio per Agrigento e per l’amministrazione comunale che ha patrocinato un evento la cui bellezza e suggestione ha ipnotizzato tutti i visitatori. E già si comincia a lavorare per il decennale del prossimo anno che riserverà non poche novità.

 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361