Omicidio Brunetto, tracce di sangue sul furgone: disposti nuovi accertamenti

Omicidio Brunetto, tracce di sangue sul furgone: disposti nuovi accertamenti

1.733 views
0
SHARE
Angelo Carità e la vittima Giovanni Brunetto

Nuova tappa nell’accertamento della verità sull’omicidio di Giovanni Brunetto per la cui morte erano stati accusati, di omicidio volontario e occultamento di cadavere, i licatesi Angelo Carità ed anche Angelo Bianchi, rispettivamente 59 e 38 anni, imprenditore agricolo il primo, suo dipendente il secondo. La posizione del Bianchi era stata poi archiviata già da alcuni mesi e, dunque lo stesso era uscito dal processo, per cui Carità, ad oggi, è l’unico imputato. Brunetto era stato ritrovato cadavere nell’ottobre del 2013, sotterrato in un appezzamento di Canicattì. La vicenda della morte di Brunetto sarebbe legata ad un prestito di denaro. L’indagine a carico di Bianchi, archiviata dal Gip su richiesta della Procura, potrebbe adesso riaprirsi. Il pm Salvatore Vella, aveva disposto il sequestro di un autocarro di proprietà del Bianchi e sul quale sono state effettuate delle analisi. Il sospetto – alimentato dalla testimonianza di un trattorista che dice di essere stato accompagnato a bordo di un autocarro da Carità e Bianchi nel terreno di un avvocato di Canicattì, che aveva commissionato dei lavori agricoli- è che quel furgone sia stato usato per trasportare il cadavere poi sotterrato in campagna. Ora, dicevamo, un’altra tappa. Ieri il perito incaricato di effettuare gli esami sull’autocarro ha dichiarato che sullo stesso sono state ritrovate tracce di sangue. Il Tribunale ha disposto degli esami sul sangue per accertare se sia umano e se, nel caso, appartenga a Brunetto.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *