Sicilia

Crocetta: “Presto altri licenziamenti tra i forestali”

di Redazione
Pubblicato il Giu 18, 2016
Crocetta: “Presto altri licenziamenti tra i forestali”

“Presto ci saranno altri licenziamenti tra i forestali, non faremo sconti a nessuno, non ci spaventiamo. Il popolo siciliano vuole pulizia”. Ad annunciarlo il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, durante la conferenza stampa a Palazzo d’Orleans sui gravissimi incendi che hanno colpito la Sicilia in questi ultimi giorni. “Certamente – ha proseguito – dobbiamo stare attenti alla criminalizzazione generalizzata, tra loro ci sono persone che amano la Sicilia e i criminali non possono offuscare queste immagine, ma anche stare in guardia dall’assoluzione generalizzata. Noi abbiamo 24 mila forestali: puo’ essere mai che nessuno sa nulla degli incendi? Faccio un appello anche alle organizzazioni sindacali. Sicuramente non apriro’ uno scontro con le parti sociali, e ho apprezzato che non hanno difeso quelli che ho licenziato, ma se hanno dei sospetti devono dirlo. Su 24 mila forestali ne abbiamo trovati circa 3 mila con alle spalle numerose condanne. E’ evidente che ogni caso e’ a se’: qualsiasi provvedimento che noi facciamo deve essere nel rispetto delle regole. Siamo partiti dai casi piu’ gravi, ma stiamo procedendo con altri controlli”. Ma rispetto all’ipotesi che si sia trattato soltanto dell’opera di alcuni ‘farabutti’ che hanno agito autonomamente, Crocetta ha ribadito: “Qui ci sono interessi criminali che hanno bisogno di manovalanza. C’e’ il grande tema degli interessi della mafia ma anche l’attacco politico-mafioso. Se qualcuno in questi giorno a chiesto le miei dimissioni, significa che l’obiettivo non sono solo i boschi, ma c’e’chi vuole vuole cavalcare la polemica addossando responsabilita’ al Governo. Noi dobbiamo dare una risposta e sara’ piu’ severa di quanto fatto fino a ora”. Qualcuno ha anche ipotizzato che gli incendi di questi giorni possano essere una forma du ritorsione contro i licenziamenti, ipotesi che non ha convinto Crocetta: “Non e’ che licenziandoli non avremo piu’ incendi. Anzi, ho il sospetto che nel momento che questi hanno il sospetto dell’impunibilita’ potrebbero esserci piu’ incendi. Ad ogni modo e’ una pista che verificheremo fornendo alla Procura distrettuale antimafia l’elenco dei licenziati per un ulteriore verifica”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361