Stalking, donna terrorizza pregiudicato: condannata

Stalking, donna terrorizza pregiudicato: condannata

0
SHARE

Una donna di 40 anni, Francesca Paola Borrello, e’ stata condannata a quattro mesi di carcere, pena sospesa, per stalking nei confronti del suo ex convivente, pregiudicato anche per maltrattamenti nei confronti della propria moglie. La donna stalker si e’ difesa proprio sostenendo che l’uomo non era per niente uno stinco di santo, ma i giudici della terza sezione della Corte d’appellodi Palermo hanno tratto spunto da questo per rincarare la dose, dato che Borrello avrebbe letteralmente “terrorizzato” l’uomo, incutendogli un forte stato di ansia e di timore per l’incolumita’ propria e dei familiari. Cosi’ la vittima si convinse per questo a denunciarla e poi si e’ costituito parte civile. Una situazione di stalking al contrario, dunque, con lei che perseguita e lui con sms, telefonate, minacce, appostamenti, pedinamenti e tutto questo sebbene la “vittima” fosse un pluripregiudicato. La moglie dell’uomo, in passato vittima dei maltrattamenti, ha testimoniato in favore del coniuge contro la Borrello. La “persona offesa” sarebbe stata costretta a ricorrere alle cure dei medici per i danni psicologici subiti. Dopo avere interrotto la relazione con la Borrello ed essere tornato a casa dalla moglie, per lui era cominciato l’inferno. Di fronte al terrore e alla paura che le minacce sfociassero nelle cosiddette vie di fatto, con il coinvolgimento dei familiari, anche loro messi in pericolo, si era deciso a denunciare, sebbene sulla carta potesse essere considerato poco avvezzo a rivolgersi alla giustizia e soprattutto poco disposto a subire. Eppure con la Borrello avrebbe subito.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY