Agrigento, parte campagna “Facciamo la cosa giusta…” di Iseda, Sea e Seap

Agrigento, parte campagna “Facciamo la cosa giusta…” di Iseda, Sea e Seap

0
SHARE

Giancarlo Alongi
Giancarlo Alongi

“Facciamo la cosa giusta…”. E’ questo il nome scelto per la nuova campagna che viene lanciata questa mattina da Iseda, Sea e Seap, le ditte del Raggruppamento Temporaneo di Imprese, per venire incontro a quelle che sono le esigenze della cittadinanza e creare un rapporto diretto che possa servire a risolvere in tempi rapidi e senza ulteriori filtri, le eventuali criticità che possono verificarsi nei diversi ambiti del settore legato alla pulizia della città, al decespugliamento o alla raccolta dei rifiuti in genere.

Per fare questo, è stato infatti realizzato un banner che verrà inserito su diversi siti di informazione on-line che operano sul territorio agrigentino. Cliccando sul banner si verrà automaticamente reindirizzati ad uno spazio dove sarà possibile scrivere la segnalazione che i cittadini vorranno inviare alle imprese ed eventualmente, se lo volessero, anche una fotografia della segnalazione stessa.

Il messaggio sarà poi letto, valutato e successivamente smistato dal personale delle ditte ai responsabili delle squadre di intervento. La segnalazione rimarrà anonima e l’unico dato necessario da inserire, è l’indirizzo di posta elettronica che consentirà ai responsabili incaricati del servizio di potere rispondere e magare comunicare che il problema segnalato è
stato risolto.

banner

“Ci sembra un modo concreto per intervenire su situazioni che possono sfuggire alla nostra attenzione – spiega
l’amministratore delegato di Iseda Giancarlo Alongi – ed in questo modo porvi rimedio. Ci si potrà rivolgere a noi per segnalare particolari necessità circa l’intervento di servizi di discerbamento e decespugliamento, nella sistemazione di eventuali cassonetti danneggiati o spostati da ignoti, come accade spesso, o per qualsiasi altro problema legato al comparto rifiuti e che sia di nostra competenza. Sarà nostra cura intervenire al più presto laddove sarà accertata la nostra responsabilità legata al servizio stesso. Quello che vogliamo – aggiunge Alongi – è riuscire a stabilire un contatto più diretto con i cittadini che avranno un mezzo in più per segnalare quello che non va. Abbiamo scelto un indirizzo di posta elettronica e non un numero di telefono perché ormai si è più legati alla comunicazione telematica che ai vecchi sistemi. Ad ogni modo, chi lo preferisse, può sempre contattarci allo 0922. 441690 oppure scriverci alla mail comunicazione@iseda.it”.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY