Parcheggiatore abusivo aggredisce automobilista per la “mancia”: arrestato

Redazione

Catania

Parcheggiatore abusivo aggredisce automobilista per la “mancia”: arrestato

di Redazione
Pubblicato il Set 8, 2016
Parcheggiatore abusivo aggredisce automobilista per la “mancia”: arrestato

La scorsa notte la Polizia di Stato ha arrestato per concorso in rapina aggravata il cittadino extracomunitario Ben Achibani Said nato in Algeria (classe 1975), incensurato, senza fissa dimora e con in atto l’espulsione dal territorio nazionale.

Alle ore 00.10 la polizia, a seguito di segnalazione su linea 113 di persona fisicamente aggredita da parcheggiatori abusivi, si recava presso luogo prendendo contatti con la vittima, un giovane il quale riferiva di aver posteggiato intorno alle ore 22.30 del 7 c.m. la propria autovettura presso la locale via Spadaccini, ricevendo subito una richiesta di dazione di 3,00 euro da un parcheggiatore abusivo ivi presente, di nazionalità nordafricana.
Al suo ritorno, circa un’ora dopo, veniva avvicinato dal medesimo parcheggiatore che, nel ribadire la richiesta di danaro per il servizio abusivo di parcheggio, gli sfilava dal portafogli l’unica banconota da 5 euro ivi contenuta.
Sceso dall’autovettura per riappropriarsene, il giovane veniva percosso al volto e all’addome dal malvivente, mentre veniva bloccato da due suoi complici, nordafricani, uno dei quali, successivamente identificato per il suddetto Ben Achibani Said, veniva subito dopo rintracciato in via Spadaccini, sulla base delle descrizioni fornite dalla vittima e accompagnato presso gli uffici della Questura e, a seguito degli accertamenti esperiti veniva riconosciuto dalla vittima come autore del fatto, in concorso con altri due individui allo stato da identificare.

La vittima presso il P.S. ospedaliero veniva refertata per “trauma contusivo all’emotorace dx, all’emivolto dx e contusioni sparse” con prognosi di 5 giorni.

L’extracomunitario veniva trattenuto in Questura in attesa degli adempimenti di competenza del locale Ufficio Immigrazione, poiché gravato da un Decreto di espulsione del Prefetto e dal relativo Ordine del Questore di Catania emessi il 22/01/2016.


Dal Web


  • Catania

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Catania

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Catania

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Catania

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361