Gravi abusi in carcere: cinque indagati

Gravi abusi in carcere: cinque indagati

Condividi

Torturato per oltre un mese con l’acqua bollente della pasta, che gli gettavano sui piedi; e sulle ustioni spalmavano detersivi, sale, aceto. L’hanno stuprato, spento cicche nell’ano. E’ accaduto a un trentenne, in carcere a Enna per il furto di un motorino, seviziato dai cinque compagni di cella. La vittima ha taciuto per paura di ritorsioni verso i suoi familiari. I cinque gli impedivano di uscire dalla cella nel timore che altri notassero le ferite. La procura ha aperto un’inchiesta.

I presunti responsabili delle sevizie sono tutti catanesi, come la vittima, e sono detenuti comuni per reati vari, ma nessuno a sfondo sessuale. Il più giovane ha 20 anni, il più grande ne ha 46, gli altri tre sono trentenni. Ora, in relazione a quanto accaduto, sono accusati di violenza sessuale di gruppo, lesioni gravissime, sevizie. Tre sono stati trasferiti in un altro carcere, mentre altri due sono ancora, in isolamento, a Enna. (tratto da seguonews.it)

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *