“Legge 104″, scattano i primi provvedimenti: non avevano i requisiti annullati trasferimenti...

“Legge 104″, scattano i primi provvedimenti: non avevano i requisiti annullati trasferimenti di 2 insegnanti agrigentini

0
SHARE
Proteste sempre più dure contro l'uso illecito della 104

Scattano i primi provvedimenti e le prime revoche di trasferimento dopo i dati comunicati dall’Inps all’ex Provviditorato agli studi di Agrigento sui beneficiari della legge “104”.

L’Ufficio scolastico provinciale ha pubblicato le prime disposizioni riguardanti gli insegnanti coinvolti. Ed uno di essi, che svolge la propria attività come insegnante di sostegno in una scuola primaria e che ha cercato di trasferirsi da un istituto di Sciacca a Raffadali è stato “bloccato”.

Stesso sorte per un docente di scuola superiore che invece voleva andare da Sciacca a Cammarata.

Tra i destinatari dei “provvedimenti” di revoca di tasferimento vi sarebbero anche 5 collaboratori scolastici.

Sono, dicevamo, le prime disposizioni prese dall’Ufficio Scolastico provinciale dopo che è stato compiuto una prima analisi, da parte dell’Inps, su un migliaio tra professori e personale Ata ed i cui risultati sono stati giù comunicati.

Sarebbero circa 300 i soggetti che non avrebbero i requisiti per beneficiare della 104 e dell’invalidità. Lo ha rilevato l’Inps in una verifica conoscitiva condotta sul mondo della scuola i cui risultati sono stati già inviati all’ex Provveditorato agli Studi di Agrigento. L’azione dell’Inps non ha nulla a che vedere con le inchieste della magistratura agrigentina sulle 104 e sui falsi invalidi e aveva come scopo passare al setaccio tutti quei docenti che hanno presentato la 104 per conto proprio o per assistere familiari bisognosi.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *