Macellaio nisseno uccise la fidanzata: sarà sottoposto a perizia psichiatrica

Macellaio nisseno uccise la fidanzata: sarà sottoposto a perizia psichiatrica

539 views
0
SHARE

Sarà sottoposto a una perizia psichiatrica per stabilire la capacità di intendere e volere il trentenne Vincenzo Manduca, il macellaio originario di Niscemi ma residente a Santa Sofia di Forlì, reo confesso dell’omicidio dell’ex fidanzata Lisa Puzzoli, la mamma di 22 anni uccisa sull’uscio di casa a Villaorba di Basiliano – in Friuli – nel tardo pomeriggio del 7 dicembre 2012. Lo ha deciso la Corte d’Assise d’Appello di Trieste, presieduta dal giudice Piervalerio Reinotti, accogliendo l’istanza avanzata dalla difesa di Manduca. Il processo è stato aggiornato al 18 settembre per il conferimento dell’incarico.
Manduca era stato condannato all’ergastolo dalla Corte d’assise del tribunale di Udine per l’omicidio volontario dell’ ex fidanzata e mamma della loro bambina, aggravato dalla premeditazione. Quel giorno Manduca era partito da casa alle 12, si era fermato in un centro commerciale di Forlì a comprare un coltello da cucina poi, con la sua auto, guidando per sei ore fino a Villaorba di Basiliano, aveva attirato Lisa all’esterno con la scusa di firmare atti per gli assegni di mantenimento della piccola e l’aveva colpita con 9 coltellate mortali. Infine si era denunciato chiamando il 112. Manduca, tuttora detenuto, era presente in aula. I familiari della vittima, preparati dopo aver letto l’appello al possibile incarico di una perizia, non si sono presentati. Il loro legale e la Procura generale si sono rimessi alla decisione della corte.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *