Agrigento

Mafia, blitz “Icaro”, 13 imprese agrigentine “taglieggiate”, solo una denuncia: i particolari

Tredici imprese taglieggiate dagli uomini di Cosa nostra e soltanto una di queste denuncia i tentativi di estorsione.
E’ il quadro che emerge dall’indagine “Icaro” della Squadra Mobile di
Agrigento, che ha portato all’arresto di nove persone accusate a vario titolo di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione e traffico di stupefacenti. I poliziotti, diretti dal commissario capo Giovanni Minardi,
hanno pedinato, intercettato e fotografato per intere settimane i nuovi volti della criminalità organizzata agrigentina.

Sono riusciti a ricostruire diversi episodi di estorsioni ai danni di imprese che lavoravano nell’Agrigentino, ma non hanno ricevuto alcuna segnalazione o denuncia dalle vittime del racket. Un muro di omertà e di paura che ha costretto gli investigatori a chiamare uno per uno gli imprenditori taglieggiati per trovare il riscontro dei reati. C’è chi ha negato e chi, invece,
ha raccontato fatti ed episodi dettagliati.

 

ACQUISTA E LEGGI TUTTO, CON TUTTI I PARTICOLARI, GRANDANGOLO 47

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Most Popular

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top