Meteo, dopo la tregua torna il caldo africano

Meteo, dopo la tregua torna il caldo africano

0
SHARE

L’inizio della settimana vede l’alta pressione di matrice africana riaffermarsi in tutta l’Italia con conseguente tempo stabile e ben soleggiato e con temperature in rialzo. Con il passare dei giorni il caldo tornerà a intensificarsi, dapprima al Centronord e sulla Sardegna, poi nella seconda parte della settimana, quando si sarà attenuata la ventilazione da nord, anche sul Meridione, con le temperature che si riporteranno al di sopra delle medie stagionali. In generale il caldo e l’afa saranno più intensi al Nord e al Centro, da venerdì anche al Sud. Verso la fine della settimana l’alta pressione tenderà ad indebolirsi sul Nord Italia, con una prima attenuazione della calura nella giornata di sabato. Già oggi bel tempo da Nord a Sud con un cielo in prevalenza sereno nella maggior parte del territorio. Sui monti non mancherà qualche modesta nuvola durante il pomeriggio, ma innocua; un breve rovescio potrebbe interessare i rilievi del Friuli. Temperature in generale aumento con punte di 32-34 gradi. Tra le città più calde oggi Bologna, Bolzano con 35 gradi, Brescia, Milano, Piacenza, Trento, Verona, Firenze con 33 gradi, Aosta, Novara, Grosseto, Perugia, Rieti, Roma con 32 gradi; per Bergamo, Cuneo, Torino, Treviso, Viterbo, Olbia sono previsti 31 gradi, per Ancona, Pescara, Catania, Alghero 30 gradi, per Rimini, Trieste, Udine, L’Aquila, Lecce, Napoli, Reggio Calabria, Taranto, Messina, Sassari, Cagliari 29 gradi, per Venezia, Pisa, Bari, Lamezia, Trapani 28 gradi, per Brindisi, Crotone, Palermo 27 gradi, per Genova, Catanzaro 26 gradi e per Imperia, Campobasso 24 gradi. Insistono moderati venti settentrionali al Sud e in Sicilia, specie tra il basso Adriatico e l’alto Ionio. Martedì altra giornata di sole diffuso con nuvole quasi del tutto assenti al mattino e temporaneo sviluppo di cumuli attorno ai monti lungo le Alpi e l’Appennino ma senza il rischio di precipitazioni. Temperature in ulteriore lieve aumento con punte di 33-34 gradi. Rimane da ventilato a ventoso al Sud e in Sicilia, specie tra basso Adriatico, Puglia e alto Ionio. Mercoledì ancora sole diffuso; saranno anche più modesti e isolati i cumuli pomeridiani intorno ai monti. Caldo afoso in ulteriore intensificazione al Centronord e in Sardegna e venti che inizieranno ad attenuarsi nelle regioni meridionali. Giovedì comincerà a farsi sentire il caldo intenso anche al Sud, in seguito a venti ormai in prevalenza deboli. Qualche nuvola in più sulle regioni settentrionali, sottoforma di velature passeggere in pianura, di una maggiore nuvolosità cumuliforme sulle Alpi dove tornerà il rischio di qualche rovescio pomeridiano, specie nel settore centro-orientale. Questa instabilità sulle zone alpine e prealpine potrebbe accentuarsi tra venerdì e sabato, con un possibile coinvolgimento a cavallo dei due giorni, anche di qualche zona della Pianura Padana. Questa instabilità dovrebbe avere il merito di cominciare ad attenuare sabato il caldo intenso al Nord, caldo che invece nel fine settimana è destinato ad intensificarsi nelle regioni meridionali.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY