Palma di Montechiaro, “ha accoltellato il vicino”: domiciliari per Lillo Bellia

Palma di Montechiaro, “ha accoltellato il vicino”: domiciliari per Lillo Bellia

0
SHARE

Ha risposto alle domande del Gip del Tribunale di Agrigento nell’interrogatorio di garanzia avvenuto nel carcere di C.da Petrusa dove e detenuto e lo stesso giudice, accogliendo le richieste dell’avvocato difensore, ne ha disposto gli arresti domiciliari. Potrà dunque lasciare il carcere e andare a casa, con l’obbligo di non uscierne, Lillo Bellia, 37 anni, l’operaio che secondo l’accusa sarebbe stato l’autore del ferimento di Carmelo Falsone, palmese di 40 anni.

In particolare, i militari sono intervenuti intorno alle ore 18.00 di venerdì scorso nei pressi di un parcheggio sulla Strada statale 115 dove Bellia, per futili motivi legati a dissidi e litigi di natura condominiale, avrebbe aggredito con un’arma da taglio un proprio vicino di casa, sferrando un fendente e ferendolo al braccio sinistro, per poi darsi alla fuga per le vie cittadine.
Subito rintracciato nella sua abitazione, è stato sottoposto a perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire una pistola automatica calibro 7,65 e 50 proiettili, tutto illecitamente detenuto. Bellia era stato portato, dopo le formalità di rito, nel carcere di contrada Petrusa, mentre il 40enne palmese vittima dell’aggressione, ferito ad un braccio nel tentativo di difendersi, è costretto a ricorrere a cure mediche nel pronto soccorso dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” di Licata dove è stato giudicato guaribile in 10 giorni.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *