Unioni civili, due ragazze dicono “sì” a Catania

Unioni civili, due ragazze dicono “sì” a Catania

0
SHARE

Lunedì 29 agosto al Castello Ursino il Sindaco di Catania registrerà la prima unione civile ai sensi della legge 76/2016 (Cirinnà), unendo due ragazze, Laura e Rosalba, già a suo tempo iscrittesi nel registro apposito, approvato dal Consiglio Comunale e fortemente voluto dallo stesso Sindaco in sinergia con questo Comitato Arcigay di Catania. “Per quanto ovvio, siamo felicissimi di questo importante passo sia per la coppia sia per la nostra città sempre più vicina agli standard di civiltà della grande parte della Comunità Europea – precisano dall’Arcigay di Catania – Purtuttavia non possiamo trattenere la nostra perplessità nel leggere, sul locale quotidiano di giorno 26 c.m., le dichiarazioni della coppia, apprezzabilissime peraltro, ma che omettono del tutto di manifestare anche un piccolo cenno di ringraziamento verso la ns. Associazione alla quale, riteniamo senza alcuna presunzione, essa coppia debba molto se lunedì potrà formalizzare il proprio progetto di vita”.

“Al riguardo ricordiamo il nostro presidio in Consiglio Comunale, ininterroto sino all’approvazione del Registro, la grande manifestazione in Piazza Stesicoro il 23 gennaio, largamente partecipata da associazioni, sindacati, partiti ed esponenti politici, proprio per pressare sul passaggio in Senato dell’allora DDL Cirinnà, manifestazione svoltasi contemporaneamente in tutte le piazze italiane gestita e organizzata da Arcigay Nazionale, nonchè i Pride 2015 e 2016 finalizzati proprio a questo tema” proseguono. “Con un pizzico di umana amarezza, dunque rivolgiamo il nostro vivo e sentito augurio a Laura e Rosalba per una ottima vita in comune, per la realizzazione dei loro desideri e di tanta tanta felicità – sottolineano – Noi di Arcigay saremo presenti al Castello Ursino lunedì a gioire per Laura e Rosalba ma anche per noi stessi, per la soddisfazione del nostro lavoro e dire grazie ancora una volta al Sindaco che molto ha fatto in tal senso.”

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY