Agrigento

Canicattì, accusato di tentato omicidio: Scaccia chiede la scarcerazione al Riesame e nega ogni addebito

L’avvocato difensore di Gianluca Scaccia, 34 anni di Canicattì, finito in carcere dopo il tentato omicidio di qualche giorno fa di Vincenzo Curto, 31 anni, anche lui del luogo, ha fatto ricorso al Tribunale del Riesame di Palermo chiedendo la revoca dell’ordinanza di custodia cautelare applicata nei confronti del suo assistito.
Gianluca Scaccia, pregiudicato, è accusato di aver ferito a pistolettate il compaesano, con il quale, dalla separazione con la moglie aveva avuto più di un dissidio. A Scaccia il Pm contesta tentato omicidio, porto aggravato e detenzione illegale di pistola dopo aver esaminato il rapporto dei carabinieri della Compagnia di Canicattì guidato da Mario Amengoni che sin dalla sera del mancato omicidio era il 22 giugno scorso – hanno iniziato le indagini e presidiato sinanco l’ospedale dove Curto era stato ricoverato, prima di essere sottoposto ad intervento chirurgico, accompagnato dai fratelli. Scaccia davanti al Pm ha reso dichiarazioni spontanee respingendo le accuse, mentre nell’interrogatorio di garanzia davanti al gup ha preferito avvalersi della facoltà di non rispondere. Nei prossimi giorni il Riesame deciderà se accogliere, o meno, le istanza della difesa.

mi-piace

Loading…

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top