Agrigento, campagna pubblicitaria Sagra del mandorlo, intervento di Spataro

Agrigento, campagna pubblicitaria Sagra del mandorlo, intervento di Spataro

Condividi

“Sostanza ok, forma, metodo e ritardo no. Assolutamente no”. Il consigliere comunale del gruppo “Uniti per la Città”, Pasquale Spataro, traccia un bilancio sulla vicenda che riguarda la campagna pubblicitaria attorno all’edizione 2016 della Sagra del Mandorlo in Fiore, ormai alle porte. E al sindaco Firetto riserva bastone e carota.

“Per la verità in questo contesto le carote scarseggiano – spiega Spataro – mentre il bastone domina la scena. E la ragione è semplice. Lo scorso mese di ottobre, grazie ad un mio intuito, senza per questo volermi autoincensare, era stato realizzato, in collaborazione con le associazioni di categoria, un pacchetto promozionale dell’evento con uno spot da mandare in onda nelle emittenti televisive a diffusione nazionale in modo da coprire quasi per intero lo Stivale. Lavoro che avevo prontamente sottoposto, a costo zero, all’attenzione dell’amministrazione attiva.

Ebbene, solo in queste ore, quando sta per scoccare il semaforo verde della kermesse, quel video è cominciato a girare sul profilo facebook del sindaco e in qualche tv locale. E, tra l’altro, nessuno si è preso la briga, neanche a semplice titolo di cortesia, di mettermi a conoscenza della scelta operata da Firetto che tuttavia – osserva Spataro – testimonia, attraverso l’utilizzo dello spot, l’apprezzamento nei confronti del mio sforzo e del mio sacrificio e certifica la grande passione profusa a favore della manifestazione e della città. Mi auguro che sia stato un mero incidente di percorso.

Non può essere certamente questo il modo di operare e di interpretare lo spirito di collaborazione istituzionale, altrimenti saremmo davvero messi male. Ma a prescindere da questo dettaglio, siamo sul terreno delle buone maniere, avviare la campagna pubblicitaria solo a ridosso dell’avvio della sagra, non può che essere deleteria. La sagra e il festival, con una impostazione di questo tipo, – conclude Spataro – non potranno rappresentare mai, ahimè, quel volano tanto auspicato per dare linfa all’economia del nostro territorio”.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *