Catania

Donna scomparsa nel catanese: Pm chiede ergastolo per il marito

Condannare all’ergastolo Salvatore Di Grazia, 80enne, imputato per omicidio e soppressione di cadavere perche’ accusato di avere ucciso la moglie, Mariella Cimo’, 72 anni, al culmine di una lite per motivi economici e passionali, facendo poi sparire il corpo.

E’ la richiesta sollecitata, a conclusione della requisitoria, dal Pm Angelo Busacca alla Corte d’assise di Catania. Mariella Cimo’ scomparve dall’abitazione della coppia il 25 agosto del 2011, la denuncia fu stata presentata dal marito il 5 settembre successivo. I due erano sposati da 43 anni. Negli ultimi periodi c’erano stati dei contrasti tra marito e moglie, in particolare sulla gestione di un autolavaggio self service per autovetture di Aci Sant’Antonio, di proprieta’ della Cimo’ e nel quale lavorava Di Grazia. La donna lo voleva vendere, mentre il marito era assolutamente contrario, anche perche’, sostengono gli investigatori, “utilizzava gli uffici per incontri legati a relazioni extraconiugali”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top