Palma di Montechiaro, accusato di violenza sessuale: “Sesso con la bottiglia? Me lo chiedeva mia moglie'”

Redazione

Agrigento

Palma di Montechiaro, accusato di violenza sessuale: “Sesso con la bottiglia? Me lo chiedeva mia moglie'”

di Redazione
Pubblicato il Gen 30, 2017
Palma di Montechiaro, accusato di violenza sessuale: “Sesso con la bottiglia? Me lo chiedeva mia moglie'”

Udienza “particolare” oggi in Tribunale, ad Agrigento. Imputato di violenza sessuale e sequestro di persona un operaio di Palma di Montechiaro. L’uomo si è presentato davanti al giudice e ha dichiarato: “Sesso estremo? Si è vero, ma lei era consenziente. Sodomizzata con un collo di bottiglia? Era stata lei a chiedermelo”. Si è difeso così il palmese davanti ai giudici della prima sezione penale. “Era mia moglie a chiedermi sempre cose particolari”. L’uomo si è anche difeso dall’accusa di sequestro persona. La prossima udienza prevista è per maggio.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361