Processione davanti casa boss: Anm Catania, solidarietà a Pm (il video dello...

Processione davanti casa boss: Anm Catania, solidarietà a Pm (il video dello scandalo)

0
SHARE
La processione di San Michele di Ganzaria ed il boss recluso, Ciccio La Rocca

La bara con il Cristo Morto che devia dal percorso previsto, poche decine di persone che la seguono fino all’arrivo nello slargo dove c’è la casa dei familiari del boss Francesco La Rocca, e lì il fercolo è deposto sui cavalletti. Scatta l’applauso e resta fermo per mezz’ora, per poi ricongiungersi con la stragrande maggioranza dei fedeli che aspetta a ‘valle’.

Sono le immagini riprese della processione del Venerdì Santo fatte dai carabinieri e agli atti dell’inchiesta aperta dalla Procura di Caltagirone che ha indagato per turbativa dell’ordine pubblico 17 ‘portatori’. “Le immagini - spiega il procuratore Giuseppe Verzera – sono esplicative e molto eloquenti perchè fanno chiarezza sulla dinamica dell’accaduto”.

I carabinieri proseguono le indagini e intanto stamattina il procuratore Verzera e il sostituto Anna Andreatta hanno sentito come testimoni il sindaco Gianluca Petta e il parroco Antonino Maugeri che si erano dissociati subito dall’iniziativa, contestandola.

Intanto, la giunta distrettuale della Anm di Catania esprime “piena solidarietà ai magistrati” della Procura di Caltagirone, titolari dell’inchiesta sulla deviazione del percorso della processione del Venerdì Santo dello scorso 25 marzo a San Michele di Ganzaria per la “sospetta volontà  di ‘omaggiare’ l’abitazione di un soggetto condannato e attualmente detenuto per associazione mafiosa, omicidio e altri collegati reati di stampo mafioso” (ossia il boss Francesco Ciccio La Rocca, ndr).

L’Anm di Catania “preso atto della pubblicazione su alcuni organi di stampa di questi giorni di esternazioni provenienti dalla figlia di tale soggetto, contenenti giudizi vaneggianti e fortemente lesivi della professionalità e del decoro dei magistrati che operano in sede locale e distrettuale, ivi compresi coloro i quali da ultimo stanno svolgendo le indagini relativi a tale episodio, esprime piena solidarietà ai magistrati destinatari dell’attacco”. “Al contempo – rileva l’Anm di Catania – non può non rammaricarsi per la ingiustificata amplificazione mediatica in tal modo offerta a sfoghi strumentali e faziosi”.

La bara con il Cristo Morto che devia dal percorso previsto, poche decine di persone che la seguono fino all’arrivo nello slargo dove c’è la casa dei familiari del boss Francesco La Rocca, e lì il fercolo è deposto sui cavalletti. Scatta l’applauso e resta fermo per mezz’ora, per poi ricongiungersi con la stragrande maggioranza dei fedeli che aspetta a ‘valle’.

Sono le immagini riprese della processione del Venerdì Santo fatte dai carabinieri e agli atti dell’inchiesta aperta dalla Procura di Caltagirone che ha indagato per turbativa dell’ordine pubblico 17 ‘portatori’. “Le immagini - spiega il procuratore Giuseppe Verzera – sono esplicative e molto eloquenti perchè fanno chiarezza sulla dinamica dell’accaduto”.

I carabinieri proseguono le indagini e intanto stamattina il procuratore Verzera e il sostituto Anna Andreatta hanno sentito come testimoni il sindaco Gianluca Petta e il parroco Antonino Maugeri che si erano dissociati subito dall’iniziativa, contestandola.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *