Cronaca

Scarcerato a Liegi l’empedoclino Salvatore Prestia: è accusato di triplice tentato omicidio

La Camera di consiglio di Liegi ha deciso di rilasciare per insufficienza di prove ma con l’applicazione di un braccialetto elettronico Salvatore Prestia, 37 anni di Porto Empedocle, cognato di Fabrizio Messina (fratello del boss Gerlandino), accusato di un tentato triplice omicidio avvenuto nell’ottobre 2016, a Liegi.

Salvatore Prestia

Il fatto risale ad un anno fa quando – in seguito ad una lettera anonima inviata alla Polizia Belga – scattò un blitz che permise di scovare nella cantina di due agrigentini – Saverio Sacco, 37 anni, e la moglie Giuseppina, 33 anni, – 644 impianti e attrezzature per la coltivazione e condizionamento della cannabis. Al piano superiore, invece, furono trovate due pistole: una 9 millimetri e una magnum 257. In auto un coltello. I due coniugi empedoclini, che sono proprietari di un ristorante nella periferia di Liegi, a Seraing, facendo ritorno a casa in compagnia del figlio sono stati vittime di un agguato in cui è rimasto ferito l’uomo ad un ginocchio.
Il sospetto dei coniugi è che il mittente della lettera anonima inviata alla Polizia Belga fosse proprio Prestia, peraltro parente della coppia.
Salvatore Prestia, sospettato di questo tentato triplice omicidio, dopo essere stato arrestato dalla Squadra mobile di Agrigento, è però stato rilasciato dalle forze dell’ordine di Liegi, con l’obbligo di indossare un braccialetto elettronico, per mancanza di prove. L’accusa non ha fatto ricorso contro la decisione.
In Italia, invece, pende un procedimento che si è già svolto in camera di consiglio in Cassazione. Gli avvocati di Prestiua, Vincenza e Nino Gaziano, si sono opposti all’estradizione in Belgio, già avvenuta. La decisione è attesa in tempi brevi.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top