Tentata rapina nell’agrigentino, accusato ammette: “Mi servivano i soldi per le cure di mio figlio”

Redazione

Apertura

Tentata rapina nell’agrigentino, accusato ammette: “Mi servivano i soldi per le cure di mio figlio”

di Redazione
Pubblicato il Giu 9, 2016
Tentata rapina nell’agrigentino, accusato ammette: “Mi servivano i soldi per le cure di mio figlio”

Ha chiesto il patteggiamento a un anno, otto mesi, e venti giorni, di pena, l’uomo ritenuto autore di una tentata rapina in un bar di Sciacca. M.C., 33 anni, ha ammesso le proprie responsabilità e ha motivato quanto accaduto con la necessita di procurarsi il denaro per comprare farmaci necessari alle cure del figlio. L’uomo aveva tentato una rapina in un locale, “L’antico chiosco” armato di un coltello ed era stato arrestato subito dopo il fatto dalla polizia e posto ai domiciliari.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361