Smaltimento dei rifiuti, in Sicilia (e ad Agrigento) siamo all’anno zero

Smaltimento dei rifiuti, in Sicilia (e ad Agrigento) siamo all’anno zero

0
SHARE
Gestione rifiuti (archivio)

Nel nostro martoriato Paese e ancor più nella disgraziatissima Sicilia ci sono delle vicende paradossali, pirandelliane, assurde che non hanno eguali da nessuna altra parte del mondo.
Una di queste, annosa, dispendiosa ed all’apparenza irrisolvibile se non arricchendo pochi privati é quella dello smaltimento dei rifiuti.

La questione é arcinota.

In Sicilia le discariche sono praticamente esaurite e spazio per i conferimenti non ve n’è più.

I costi sono esorbitanti.

E da ultimo, addirittura, si dovrebbero pagare ulteriori somme per spedire i nostri rifiuti in nord Italia o persino all’estero ove non solo verrebbero smaltiti, ma sfruttati per la produzione di energia pulita.
In certi paesi europei, infatti, la produzione di rifiuti riciclabili é inferiore alle necessità locali per il numero basso di abitanti, si pensi alla Norvegia o alla Danimarca, oppure il fabbisogno energetico (vedi la Germania ) non viene soddisfatto dalla pur ponderosa massa di rifiuti in presenza di una richiesta superiore di materiale riciclabile.
In molti di questi paesi si utilizzano termovalorizzatori di ultima generazione.

Anche in Italia, a Brescia per esempio.

Ebbene, i siciliani, che come si sa siamo “sperti”, pagano gli altri per smaltire i rifiuti e questi altri ci guadagnano due volte: prima con lo smaltimento e poi producendo energia a basso costo.

Ora viene da chiedersi : ma é possibile essere più autolesionisti?
Possibile mai che solo in Sicilia, per misteriosi ( ma non tanto …) motivi, non si possano costruire termovalorizzatori non nocivi alla salute e che in più non solo facciano risparmiare, ma consentano di produrre energia e trarre vantaggio economico?
Solo in Sicilia siamo intelligenti e furbi, mentre nel resto del mondo ci sono sciocchi e sprovveduti?
Ed è mai possibile che questi termovalorizzatori non si facciano con la solita trita scusa che ci guadagnerebbe la mafia?
Ma chi lo ha detto? Dove sta scritto ?
In che mani é la politica energetica regionale?
Quali competenze si hanno per assumere decisioni che incidono profondamente sulla realtà economica ed ambientale del nostro territorio?
Non lo sappiamo, ma vorremmo tanto saperlo.
E vorremmo che qualcuno lassù in alto ci rispondesse …

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY