Il boss Di Gati sprezzante: “Rimandai indietro i soldi di Giuseppe Burgio...

Il boss Di Gati sprezzante: “Rimandai indietro i soldi di Giuseppe Burgio che voleva riappacificarsi con me”

Condividi

Di Giuseppe Burgio, l’imprenditore che ha avuto la leadership in provincia di Agrigento nel settore della grande distribuzione alimentare, arrestato da poco e finito in carcere a seguito di un’inchiesta che ipotizza il reato di bancarotta e distrazione di denaro, ha parlato, tempo addietro, Maurizio Di Gati (ma anche qualche altro pentito) che ha tracciato un profilo assolutamente negativo.
Ancor peggiore rispetto a quello tracciato dal Tribunale di Agrigento (presidente Sabatino) nella sentenza del processo “Alta mafia”.

Ciò che stupisce, tuttavia, è la ricostruzione effettuata da Di Gati che pone Burgio temporalmente oltre la sua decisione di collaborare con la giustizia (2002).
Ciò significa, se dovesse essere vero ciò che afferma Di Gati, che mentre era sotto scorta e “vezzeggiato” dalle forze di polizia che Burgio, con una mano diceva di collaborare con la giustizia e con l’altra si rivolgeva a Cosa nostra per mettere a posto i suoi esercizi commerciali e, persino voleva pagare una quota in denaro alla mafia, a titolo di “risarcimento” per le vicende passate, rivolgendosi ai peggiori soggetti mafiosi, gente che ha decine di omicidi sulle spalle, quali Luigi Putrone, Gerlandino Messina e lo stesso Di Gati.
Nel mezzo anche qualche intervista antipizzo, su scala nazionale, che non guastava mai.

SE VUOI LEGGERE L’AMPIO ARTICOLO ACQUISTA GRANDANGOLO A SOLO UN EURO. E’ FACILE E VELOCE

Pulsante-Acquista-Ora

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *