Si fingono assistenti sociali e rubano ad anziani: arrestate 2 donne nel nisseno

Redazione

Ultime Notizie

Si fingono assistenti sociali e rubano ad anziani: arrestate 2 donne nel nisseno

di Redazione
Pubblicato il Lug 1, 2017
Si fingono assistenti sociali e rubano ad anziani: arrestate 2 donne nel nisseno

Fingendosi finte assistenti sociali si sono introdotte nell’abitazione di una coppia di anziani rubando quattromila euro. Con questa accusa la Polizia ha arrestato a Caltanissetta Giovanna Resizzi Scalora, 51 anni, e Fortunata Sesta, 30 anni, entrambe residenti a Catania. Entrambe dovranno rispondere di furto in abitazione, con l’aggravante di aver approfittato delle condizioni di tempo, di luogo, personali e dell’avanzata età delle vittime, al fine di trarne profitto con l’inganno. Il gip del Tribunale di Caltanissetta ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere su richiesta della locale Procura. In particolare, le due donne, nel luglio del 2016, dopo essere entrate con l’inganno a casa di una coppia di anziani erano riusciti a impossessarsi dei risparmi dei due pensionati custoditi in un armadio. Sul posto intervenne una pattuglia della Squadra mobile e la vittima riferì ai poliziotti che quella stessa mattina, mentre percorreva a piedi la strada per tornare a casa dopo aver fatto la spesa, fu avvicinata da due donne a bordo di un’auto, che si presentarono come dipendenti di una cooperativa locale che si occupa di assistenza domiciliare agli anziani. “Le dissero che stavano andando a casa sua per farle compilare dei moduli per l’esenzione del ticket – spiegano gli investigatori – e per evitare di farle pagare la tassa sui rifiuti”. Con la scusa di offrirle un passaggio la fecero salire in auto e insieme raggiunsero l’abitazione della donna dove si trovava il marito 86enne. Dopo una conversazione con i due anziani sui farmaci assunti da entrambi, mentre una s’intratteneva con la moglie, l’altra, spacciandosi per un medico, fece stendere il marito sul letto per sottoporlo a una visita medica. Ultimata la visita, dissero di aver dimenticato lo sfigmomanometro in macchina e si allontanarono per prenderlo. Il ritardo nel vederle tornare destò i primi sospetti nell’anziana che chiese al marito di controllare i loro risparmi, facendo l’amara sorpresa. I quattromila euro nascosti nella tasca di una giacca nell’armadio erano spariti. Immediata la denuncia e le indagini, che hanno portato all’identificazione e all’arresto delle due donne. “Le indagini hanno accertato che già in altre occasioni le due donne si sono rese autrici di analoghi reati in danno di altri anziani” concludono gli investigatori.

mi-piace

Loading…


Dal Web


  • Ultime Notizie

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Ultime Notizie

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Ultime Notizie

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Ultime Notizie

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361