Abusivismo nella Valle dei templi: ancora demolizioni “fai da te” (foto)

Abusivismo nella Valle dei templi: ancora demolizioni “fai da te” (foto)

0
SHARE
L'area relativa al magazzino demolito in contrada Cugno vela

Area magazzino Cugno vela
Area magazzino Cugno vela
Area magazzino demolito Cugno vela, esterno
Area magazzino demolito Cugno vela, esterno
Area magazzino demolito Cugno vela
Area magazzino demolito Cugno vela
Area magazzino di Cugno vela
Area magazzino di Cugno vela
Area magazzino ripulita Cugno vela
Area magazzino ripulita Cugno vela
Anche il magazzino abusivo di Contrada Cugno vela, sito tra la Valle dei templi e Villaseta, è stato demolito autonomamente (proprietà Ciulla). L’azione legalitaria dello Stato in tema di abusivismo e abbattimenti trova efficace sponda anche nella collaborazione degli stessi cittadini raggiunti dal provvedimento di abbattimento. Non c’è solo il risparmio legato ai costi della demolizione coatta ma anche uno spirito rinnovato di collaborazione che comincia sempre più a prendere piede. Dunque, al momento, la situazione è questa. Abbattuti: ovile e muretto di cinta, n contrada Poggio Muscello (d’autorità); in via autonoma sono stati abbattuti: in contrada Poggio Muscello un edificio di circa 60 metri quadrati in via Degli Imperatori; edificio che ospitava la cucina del ristorante Kokalos sulla collina tra via Cavaleri Magazzeni e Poggio Muscello; ed oggi il magazzino di contrada Cugno Vela.
Cucina abusiva demolita ristorante Kokalos
Cucina abusiva demolita ristorante Kokalos
Cucina demolita del ristorante Kokalos
Cucina demolita del ristorante Kokalos
Cucina demolita e ripulita  del ristorante Kokalos
Cucina demolita e ripulita del ristorante Kokalos
Cucina demolita ristorante Kokalos
Cucina demolita ristorante Kokalos
L'area di Via degli impreatori dopo la demolizione
L’area di Via degli impreatori dopo la demolizione
L'ovile demolito dei Navarra
L’ovile demolito dei Navarra
Muretto abbattuto Poggio muscello
Muretto abbattuto Poggio muscello

Il 7 settembre, ma la data può subire variazioni, le ruspe saranno in azione in contrada Maddalusa per abbattere una villetta abitata da un nucleo familiare di cinque persone; il 10 settembre gli interventi si sposteranno in via Afrodite, una traversa del viale Emporium a San Leone, dove le ruspe abbatteranno le ultime due costruzioni che insistono all’interno di un immobile meglio noto come Principessa Zaira. Sono otto i manufatti, costruiti abusivamente all’interno del Parco archeologico, che compongono l’elenco delle demolizioni di questa “prima fase” scattata in seguito a un ultimatum della Procura al Comune di Agrigento. I lavori di demolizione sono stati affidati agli operai dell’impresa di Palma di Montechiaro – che si è aggiudicata la gara d’appalto del Comune. I soldi non utilizzati per le demolizioni non effettuate saranno destinati ad eseguire altri abbattimenti.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *