Agrigento, “Carica delle 104″ indagine su 252 tra docenti e medici: tutti...

Agrigento, “Carica delle 104″ indagine su 252 tra docenti e medici: tutti i nomi (esclusivo)

Condividi
Il procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e il sostituto Andrea Maggioni

Il consigliere comunale di Favara, Antonio Alaimo e Daniele Rampello
Il consigliere comunale di Favara, Antonio Alaimo e Daniele Rampello

Gli indagati sono 252.

Oltre cento sono medici che operano in tutta 30 la provincia di Agrigento, ed altri ancora che operano in Sicilia e su scala nazionale.

Gli insegnanti indagati sono un centinaio ed a loro si aggiungo bidelli, faccendieri, portaborse, semplici galoppini.

L’indagine, clamorosa, fa seguito alla prima tranche denominata “La carica della 104” scattata nel settembre 2014, che vide 19 persone, compresi 10 medici, finire agli arresti su richiesta dell’allora  procuratore della Repubblica Renato Di Natale, dell’aggiunto Ignazio Fonzo e del sostituto Andrea Maggioni.

Per 6 di loro venne disposta la custodia in carcere, per 8 i domiciliari e a 5 indagati venne  imposto l’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. Gli indagati erano complessivamente 101.

Adesso c’è il nuovo filone, che altro non è che il seguito delle investigazioni condotte dalla Digos della Questura di Agrigento, un nuovo fascicolo d’inchiesta, naturale sviluppo dell’indagine  denominata “La carica delle 104″.

La vicenda giudiziaria, promossa dalla Procura della Repubblica di Agrigento, ha svelato il collaudato sistema clientelare e corruttivo legato all’invalidità per ottenere benefici della Legge 104.  Dopo gli oltre cento indagati dell’inchiesta primaria, sfociata nel blitz omonimo e che ha portato anche in carcere medici, professionisti, dirigenti Inps e faccendieri, adesso il nuovo filone che mira ad accertare eventuali abusi nell’assegnare status di malati a chi non possedeva il requisito. Il nuovo filone di indagine è finalizzato ad accertare se anche queste persone in maniera illecita hanno beneficiato della Legge 104 per ottenere illegittimi benefici a scapito di altre persone avente i titoli.

Per tutti l’accusa è di falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici in concorso tra loro.

La vicenda è ormai nota anche agli indagati perché nelle ultime ore il personale della Digos ha notificato alle persone coinvolte l’avviso di proroga delle indagini preliminari firmato dal pubblico ministero Andrea Maggioni.

Tra gli indagati della nuova indagine anche vecchie conoscenze (molti tra i medici già invischiati nella prima tranche)  come il bidello-consigliere comunale (poi dimessosi) Angelo Alaimo, 55 anni di Favara e Davide Rampello, baby pensionato di Raffadali, 50 anni, entrambi ritenuti nella prima indagine come gli ideatori del consolidato sistema legato alla Legge 104.

Fa certamente impressione il dato secondo il quale degli oltre cento indagati fra gli insegnanti risiedono a Raffadali e Favara.

La vicenda non mancherà, certamente, di creare scalpore, pari, se non superiore, a quando esplose il primo scandalo che indignò l’opinione pubblica, non solo agrigentina, e che portò Agrigento al centro dell’attenzione dei media nazionali. Ricordiamo, ad esempio, la trasmissione “L’Arena” di Massimo Giletti, in onda su Rai Uno, che si occupò dell’inchiesta denominata “La carica delle 104″ in maniera approfondita e di tutti gli organi di informazione d’Italia che fecero assurgere la Città dei Templi agli onori (?) della cronaca.

Va anche aggiunto che la scorsa settimana, negli uffici dell’ex Provveditorato agli studi c’è stato l’ennesimo blitz della Digos di cui già vi abbiamo dato notizia lo scorso 21 ottobre.

I poliziotti, su delega della Procura della Repubblica, segnatamente il Pm, Andrea Maggioni, hanno acquisito documentazione e fascicoli personali riguardanti 54 docenti che hanno trovato posto in scuole materne della provincia di Agrigento usufruendo della legge 104, nonchè su altro personale  dipendenti di enti pubblici  tra cui Inps e Asp.

L’inchiesta è coordinata dal nuovo procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, dal procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e condotta dal sostituto procuratore Andrea Maggioni che già ha portato a termine la prima tranche dell’indagine “Carica della 104″ con una settantina di indagati già pronti a sostenere l’udienza preliminare davanti al Gup, Stefano Zammuto.

Di particolare rilievo la vicenda degli insegnanti confluiti nelle scuole materne della provincia di Agrigento laddove su 54 posti disponibili tutti sono stati occupati da docenti che hanno utilizzato la legge 104 e ben 52 con tutela diretta. Il fascicolo d’inchiesta, al momento è a carico di ignoti.

Tutti i nomi degli indagati:

Antonio Alaimo, 55 anni, di Favara; Maria Grazia Alba, 40 anni, di Favara; Alessandra Alfano, 39 anni, di Agrigento; Manlio Luigi Argento, 36 anni, di Raffadali; Pasquale Arnone, 44 anni, di Favara; Carmelina Baio, 38 anni, di Favara; Giovanni Baio, 58 anni, di Raffadali; Carmel Barba, 44 anni, di Favara; Antonina Barbaro, 47 anni, di Raffadali, Fabiola Barna, 41 anni, di Raffadali; Lucia Bennardo, 54 anni, di Favara; Gesua Bosco, 42 anni, di Favara; Francesco Branca, 50 anni, di Raffadali; Carmelina Broccia, 38 anni, di Favara; Maria Bruccoleri, 56 anni, di Favara; Antonino Bruno Gallo, 52 anni, di Raffadali; Tecla Butera, 46 anni, di Favara; Antonella Butticè, 46 anni, di Agrigento; Giovanna Maria Butticè, 41 anni, di Raffadali; Anna Caltagirone, 50 anni, di Ribera; Pietro Cammilleri, 34 anni, di Favara; Debora Capodici, 47 anni, di Agrigento; Elisa Rita Capraro, 39 anni, di Agrigento; Anna Maria Caramazza, 59 anni, di Favara; Leonardo Caramazza, 34 anni, di Favara; Antonina Cardella, 41 anni, di Raffadali; Giusi Cardella, 40 anni, di Raffadali; Vincenzo Cardella, 58 anni, di Raffadali; Maria Cascio, 53 anni, di Lucca Sicula; Anna Maria Cassaro, 46 anni, di Favara; Carmelina Chianetta, 40 anni, di Favara, Marisa Chianetta, 37 anni, di Favara; Carmela Chiapparo, 42 anni, di Favara; Dario Chirminisi, 36 anni, di Favara; Serafina Cinquemani, 42 anni, di Favara; Giuseppa Ciranna, 47 anni, di Favara; Maria Carmela Collura, 48 anni, di Agrigento; Anna Rita Consolo, 46 anni, di Siculiana; Antonio Costa, 52 anni, di Favara; Giuseppa Costanza, 40 anni, di Favara; Teresa Costanza, 56 anni, di Favara, Carmela Crapanzano, 49 anni, di Favara; Eleonora Crapanzano, 41 anni, di Favara; Assunta D’Avola, 43 anni, di Raffadali; Graziella Dalli Cardillo, 46 anni, di Agrigento; Antonina Anita Di Noto, 54 anni, di Raffadali; Maria Di Stefano, 42 anni, di Favara; Calogera Di Stefano, 34 anni, di Favara; Maria Assunta Di Mora, 40 anni, di Siculiana, Domenico Drago, 59 anni, di Favara; Giovanna Failla, 47 anni, di Favara; Franca Fallea, 51 anni, di Favara; Gabriella Fanara, 36 anni, di Favara; Maria Grazia Fanara, 39 anni, di Favara; Rosaria Fanara, 38 anni, di Favara; Angela Fanara, 45 anni, di Favara; Fabio Fanara, 30 anni, di Favara; Rosa Ferraro, 63 anni, di Favara; Antonella Fiorica, 51 anni, di Porto Empedocle; Osvaldo Frenda, 38 anni, di Agrigento; Ilenia Fresco, 41 anni, di Favara; Nadia Gagliano, 42 anni, di Siculiana; Calogera Galluzzo, 45 anni, di Aragona; Cinzia Galvano, 42 anni, di Raffadali; Rosetta Giannetto, 39 anni, di Raffadali; Giuseppa Giglione, 45 anni, di Raffadali; Viviana Giglione, 38 anni, di Agrigento; Daniela Betina Ginex, 42 anni, di Raffadali; Daniele Giudice, 37 anni, di Favara; Anna Elena Gonzales, 80 anni, di Raffadali; Ivana Gulisano, 38 anni, di Raffadali; Calogero Iacolino, 42 anni, di Favara; Concettina La Manna, 47 anni, di Favara; Alfonsa Lattuca, 59 anni, di Raffadali; Anna Limblici, 36 anni, di Favara; Calogero Lo Pilato, 47 anni, di Raffadali; Sonia Maria Lo Presti, 50 anni, di Raffadali; Viviana Manganella, 35 anni, di Favara; Filippa Mangiaracina, 58 anni, di Sambuca; Giuseppa Mangione, 41 anni, di Raffadali, Rosario Marturana, 53 anni, di Favara; Giuseppa Meli, 42 anni, di Favara; Maria Mendolia, 58 anni, di Favara; Giovanna Montaperto, 56 anni, di Favara; Lella Morreale, 52 anni, di Agrigento; Salvatore Morreale, 55 anni, di Favara; Giuseppa Moscato, 43 anni, di Favara; Gaetana Mossuto, 43 anni, di Favara; Valentina Mossuto, 37 anni, di Favara; Antonio Nobile, 37 anni, di Favara; Antonina Panarisi, 52 anni, di Raffadali; Giuseppina Parello, 37 anni, di Favara; Antonella Parisi, 36 anni, di Favara; Stefano Piazza, 34 anni, di Favara; Giuseppina Pirrera, 47 anni, di Favara; Carmela Piscopo, 49 anni, di Favara; Carmelo Piscopo, 24 anni, di Favara; Giuseppe Piscopo, Manuela Piscopo, Alfonso Pitrone, Giuseppina Pitruzzella, Maria Pitruzzella, Maria Giovanna Plano, Antonia Principato, Anna Pullara, Giuseppa Pullara, Antonio Ragusa, Riccardo Ragusa, Daniele Rampello, Rossana Rampello, Maria Rizzo, Rosa Rizzo, Antonina Russo Fiorino, Rosanna Saieva, Anna Maria Sammartino, Carolina Sanfratello, Carlo Sciibetta, Maria Giovanna Sciumè, Carmelinda Sgarito, Maria Giovanna Sicurello, Vitina Silvio, Sonia Stella, Antonino Tarallo, Salvatore Terrazzino, Maria Traversa, Antonia Urso, Raffaella Urso, Rosa Valenti, Salvatore Valenti, Maria Giovanna Varisano, Francesca Vassallo, Elisa, Giannina e Maria Vella, Paola e Romina Vetro, Filippa Virone, Silvana Vita, Maria Vullo, Carmelo Signorino Gelo, Giuseppina Gallo, Paolo Santamaria, Concetta Rubino, Alfonso Russo, Antonio Bosco, Alfonso Lo Zito, Giuseppe Candioto, Antonia Matina, Lorenzo Greco, Francesco Scoppa, Gerlando Taibi, Pasqualina Vetro, Pasqualino Messina, Vincenzo Cuschera, Savio Randisi, Luisa Giglia, Carmelinda Galvano Rampello, Carlo Randazzo, Angelo Baldacchino, Giovanna Maria Randisi, Antonino Scimè, Anna Maria Cuffaro, Franco Caruana, Salvatore Russo, Francesco Contino, Rosa Avarello, Vincenzo Frangiamore, Enzo Di Bella, Rosario Catania, Filippo Montalto, Giovanni Galluzzo, Calogero Agozzino, Vincenzo Lo Re, Houmere Mouchaty, Antonino Umile, Salvatore Valter Cannella, Anna Marta Vetro, Onofrio Cacciatore, Giovanni Squadrito, Domenico Contino, Geraldo Alongi, Liana Gucciardino, Giuseppe Tulumello, Fabio Vigna, Antonietta Amedei, Nicolà Scaturro, Paolo Torselli, Lelio Marchese Ragona, Teresa Candido Antonino Cinà, Antonino Arcara, Francesco Miccichè, Antonio Pirrera, Antonio Vetro, Calogero Caramazza, Giovanni Marsala, Calogero Corsello, Gabriella Lumera, Giovanni Alaimo, Eleonora Rita Chiarenza, Michele Scaglione, Claudio Castellano, Angelina Sciumè, Giuseppe Nocera, Salvatore Tirri, Ettore Bennici, Aldo Capitano, Filadelfio Adriano Cracò, Mario Lo Bue, Giovanni Cuccia, Domenica Mauro, Francesco Renda, Tarsia Nipo, Baldassare Terrana, Giuseppe Lombardo, Margherita Pellicanò, Giovanni Alba, Giovanna De Castro, Giuseppe Caramanno, Carmelo Zaccaria, Filippo Becchina, Giuseppe Catania, Aldo Geraldo, Cristina Farinella, Rocco Festa, Angelo Militello, Giuseppe Maria Drago, Gaspare Borsellino, Leonardo Russo, Caterina Camilleri, Giovanni Fanara, Antonino Pisano, Salvatore Castellino, Dorotea Ippolito, Mario Biondi, Angelo Marongiu, Barbara Tancredi, Vincenzo Tarallo, Calogero Cavaleri, Francesco Incardona, Maria Cristina Di Marco, Giuseppe Provenzano, Santo Pitruzzella, Valentina Bruno, Arianna Giunta, Angela Bruno, Margherita Luongo, Maria Ruggeri, Anna Teresa Gemma, Claudio Tuttolomondo, Carmela Tagliarino e Liboria Militello.

 

oppure clicca qui: Carica 104, nomi indagati

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *