Agrigento: esemplare accoglienza per Salvini mentre i candidati sindaco al Circolo Empedocleo…

Agrigento: esemplare accoglienza per Salvini mentre i candidati sindaco al Circolo Empedocleo…

454 views
0
SHARE
Tutti i candidati sindaco schierati

L'intervento di Lillo Firetto
L’intervento di Lillo Firetto
Marco Marcolin e Lillo Firetto
Marco Marcolin e Lillo Firetto
Protesta anti Salvini
Protesta anti Salvini
Tutti i candidati sindaco schierati
Tutti i candidati sindaco schierati

Pomodori, uova, manganelli? Macchè, l’Agrigento flaccida e non facile agli applausi, soprattutto per i politici, ha tributato a Matteo Salvini quella calda accoglienza che avevamo verificato ai tempi di Almirante, sullo stesso palco e nella medesima Porta di Ponte. Vanamente schierate le forze dell’ordine, disoccupate come ad assistere uno spettacolo di beneficenza. Un esempio clamoroso di buona educazione e di civismo. Visto dall’esterno difficilmente si potrebbero trovare altre parole. Un clima di dialogo e di esternazioni cui certamente ha contribuito il comportamento di Marco Marcolin in questi mesi di permanenza ad Agrigento, tanto che lo stesso si è consentito una battuta cult, sul palco in attesa di Salvini, ricordando che era merito suo, col suo peregrinare avvicinando la gente, se Agrigento aveva visto qualche politico in giro per i quartieri. Come dargli torto e come non dare ragione alla folla targata anche Caltanissetta  che si è assiepata attorno al fatidico palchetto di Porta di Ponte, segno che la gente agrigentina e siciliana è preparata ad un voto nelle urne che potrebbe stravolgere risultati fin troppo scontati. Chiamatela pure protesta, ma stavolta dovremmo metterci accanto la dicitura “sacrosanta”.

Ben altro clima al circolo Empedocleo dove per merito dell’associazione “Donne elettrici” di Floriana Di Pietra si è svolto un forum con tutti i candidati sindaco. Parlare di un clima di placida supponenza ci sembra fin troppo facile. Non fosse stato per Giuseppe Arnone che ha fatto spettacolo contro Firetto, fuori il circolo Empedocleo e poi durante i cinque minuti assegnatigli quasi tutti dedicati (e provocati da voci urlanti in fondo alla sala) a proclamarsi  vittima designata della mafia, l’esposizione è stata un “placido Don”. Placido nonché foriero di rivendicazioni e propositi  che sapevamo già. Ne ha approfittato il candidato Firetto che durante l’intervento di Arnone che lo accusava come se niente fosse di evasione fiscale, si è concesso ad una intervista  tv, ci dicono fosse La7, che maldestramente scorazzava tra gli angusti spazi  del circolo, incurante  di ostacolare altri e di disturbare l’incontro. Provocando l’intervento della presidente Di Pietra e costringendo la troupe a spostarsi fuori. Per il resto clima da “tutti separati in casa” che probabilmente si ripeterà  il 17  prossimo sullo spiazzo antistante la  scalinata della cattedrale. Nel luogo più topico della città sarà assente Marco Marcolin ma non i sogni e le utopie di una città che si sforza anche maldestramente di continuare ad avere fiducia in coloro i quali generosamente stanno mettendo in

Matteo Salvini, l'abbraccio della folla di Agrigento,
Matteo Salvini, l’abbraccio della folla di Agrigento,

gioco se stessi. Dopo, rien ne va plus.

Supporter di Matteo Salvini di Cataltanissetta presenti ad Agrigento
Supporter di Matteo Salvini di Cataltanissetta presenti ad Agrigento

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *